Le paure, a volte sono solo pesi ingombranti.
Lasciarsele alle spalle vuol dire salire in alto come una mongolfiera.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Gay*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-09-2017

Questo autore ha pubblicato 14 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quanti amori fantasticati...
crepitava come un ciocco arso
che non si risolveva di morire.
Fedele riconobbe di soffrire
coi pugni di sale al cuore...
Quanti amori consumati
sotto il cielo azzurro d'erica.
Quanti amori sognati...
vendeva la libertà per un suo bacio.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Mi sono accorto di essere straniero 800 passi fa

quando la serratura ha sancito i confini

ed un saluto ancora non faceva notizia.

Con gli affanni sparsi per il divano

ho mediato tra l’arresa e la nostalgia,

inganni delle onde radio.

Dimenticato come il lato B di un Long Playing

ho tratto vantaggio dalla loquacità della mia solitudine

per creare locali dove far dormire la notte.

Ma è negli inverni ventricolari

che ho trovato la mia rivincita

abbraccio dopo abbraccio il freddo è scomparso.

I miei occhi ora finanziano un altro sguardo

in questa esistenza di cristallo

vivi sempre sotto forma di porpora.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 60 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Cosa volevi tu 

da quel petalo 

cercavi il suo sguardo 

proteso altrove 

reciderlo sarebbe significato

farlo morire 

e lo hai lasciato li

austero tra le foglie 

e ti parlava di vento

ti parlava di sole 

girava le parole

affinché tu le ascoltassi

quanta meraviglia

in poche righe.

Il verde

il giallo 

l’azzurro del cielo 

appagato di stelle.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 733 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
M'incanto dell'incanto
Sul pensiero medito mentre
Intrecci dei miei capelli si lasciano 
Pigramente
Ammaliare dal
Vento.

Odo cio che non odo,

Le mie braccia distese sul prato.

Vedo formecoloriarcobaleni
Che incessantemente
Nella tela fluttuano.

Il mio volto disteso di lato sull'erba.

Tu solo,
Verdevero
Fresco e 
Odoroso.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Amalia  

Questo autore ha pubblicato 39 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Noi che come delfini, giochiamo cavalcando cavalloni.
Noi in cerca di tesori, in vascelli e galeoni.
Noi che ci aggrappiamo a chimere per non affondare.
Noi sempre scontenti, ché nulla mai ci sa bastare.
Noi gabbiani in volo su spiagge e lidi.
Noi che simili a uccelli costruiamo nidi.
Noi che osserviamo il cielo, per capire fin dove possiamo arrivare.
Noi che guardiamo fin dove si riesce a guardare.
Noi che quando ci emozioniamo, le parole si bloccano in gola.
Noi che ci piace amar tanto...e non una volta sola.
Noi che ogni sera speriamo di ritornar domani
e lo facciamo tenendo giunte le mani.
Noi che quando invecchiamo, ci nascondiamo dietro le colline...come fa il sole.
Noi che quando piangiamo ci duole il cuore.
Noi che con gli occhi fotografiamo il mondo.
Noi che speriamo nell'amore più profondo.
Noi che conserviamo immagini negli album della memoria.
Noi che rinverdiamo coi ricordi qualche vecchia storia.
Noi che ci corichiamo quando il giorno va a dormire.
Noi che chiudiamo gli occhi più volte prima di morire.
Noi, che in balia di eventi che non possono mutare,
ci tuffiamo nella vita...e moriamo come le onde...nel mare.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giovanna Balsamo  

Questo autore ha pubblicato 118 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Userò Chopin come detergente,

con tutte queste bolle d’aria rischio l’asfissia

ed i ricordi in fila davanti alla bocca sono senza biglietto.

Ho tramato alle spalle di un giorno qualsiasi

ma la scienza mi rinfaccia sempre la mia innocenza

anche se ho le mani sporche di globuli morti.

A chi dice di passare una vita da cani

suggerirei di inseguire un proiettile

finchè muore assassinato dalla gravità.

Credimi come farebbe un prete

con assegni a vuoto come segnalibri del Vangelo

e tante preghiere riciclate nelle dubbie stanze.

Non mi rassegnerò ai tentativi di chi ci vuole in ginocchio

appoggerò l’orecchio ad ascoltare il respiro della terra,

di colpo tornerà un favoloso Chopin d’azzurro limpido.  

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 60 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Benvenuta estate bella e puntuale,
il vent’un di giugno è sacro ed usuale,
sapori di stagione, tanta buona frutta,
gelato, bevande e senza  pastasciutta.
 
Ciao, maniche lunghe, giacca e cappotto,
mi dispiace tanto, carissimo acquedotto,
a noi serve solo un jeans e una maglietta,
un po’ di ghiaccio, calma e poca fretta.
 
Ia spiaggia del mattino ci rinfresca,
anche se agiamo alla bambinesca,
la sera poi, si riscende al mare,
la notte si consuma solo a ballare.
 
Grandi passeggiate al lungomare,
la sera è sempre magica per sfoggiare,
abbigliamento, gambe e abbronzatura,
anche se poi tutto è una montatura.
 
Forza, giovani! Datevi da fare!
Non restate lì solo a guardare,
a noi grandi, con i capelli bianchi,
non ci rimane che contar gli ammanchi.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giò For  

Questo autore ha pubblicato 54 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.




laveria brassey naracauli

Son nata a Naracauli

la mia casa non c'è più

qualcuno l'ha distrutta.

Uomo, tempo e incuria

han spento tutto,

solo la miniera

nell'incanto vive

testimone di gioie

fatiche e sudori.

Cimeli d'un passato

giacciono in rovina

tra pietre frantumate.

La natura si ribella

prepotente rifiorisce

emanando i suoi profumi.

Son mentucce, lentischi

giunchi, ginestre,

euforbie e tamerici

a colorare ricordi

d'un infanzia lontana.

E quel mare testimone

di gioie e tragedie

di minatori e pescatori

continua a brontolare,

mostrando la sua forza

senza ragioni o torti

rotolando e accarezzando rena

dorata come il sole.

Modellate da un Dio scultore

son le dune che ho nel cuore,

trascinate dai maestrali

non soccombono agli strali

impietosi della vita,

mirando albe e tramonti

continuano a mutare

per i vivi e per i morti

come fossero risorti.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: genoveffa frau*   Sostenitore del Club Poetico dal 16-11-2017

Questo autore ha pubblicato 91 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Liberate, ve lo ordino, le fate
tenute troppo a lungo prigioniere
tra le pieghe delle vostre fantasie.
In fondo, rimuovevano magie
al solo scopo di destare sogni
o arcobaleni per amar colori.

E inoltre :

liberate le belle principesse
che ora v’affannate a far marcire
dentro i letarghi dei vostri cuori.
In fondo, giocavan con l’amore
al solo scopo di produrre sogni
o storie per rasserenare genti.

Così ho deciso!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 173 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: genoveffa frau*   Sostenitore del Club Poetico dal 16-11-2017

Questo autore ha pubblicato 91 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sussurri d'acqua giungono all'orecchio,
sotto stridii di fringuelli.
Nell'aria profumi si aprono
al bosco sottostante,
profuma anche la pace.
Eterni movimenti di fronde tra le querce..
Percorsi tra le vie di un notturno
che presto arriverà 
tra il cuore e la mente,
ma di questa calma mattutina
mi inebrio sino al cuore.
E poi svaniscono le nubi
ed emerge l'azzurro intenso del cielo
che accoglie lo sfavillio del sole,
respiri aria nuova,
e tutto ti avvolge nel giorno che avanza.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Marinella Brandinali  

Questo autore ha pubblicato 414 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'acqua malsana finisce per puzzare,
se  resta immobile è per avaria
qual il destino che sempre s'opprime
non cerca rivalsa nello scolo della via.
A capire resta solo fango, forma informe
un bisogno irresistibile ad accovacciarsi.
E non sempre lamenta soddisfazione.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Aspettando che la serenità ci perseguiti

ascolto ogni tuo bacio

per assorbire storie di viaggiatori appassiti

in binari che muoiono di solitudine.

Non si ferma la stanza,

s’allungano i ricordi e s’accorciano i passi,

tra le braccia di un whiskey scozzese

muore solo la luce creata dalla sera.

Per abbassare le pretese del giorno

metto sul piatto L. Cohen

col suo impermeabile ferito ad una spalla

e la promessa che non ti ho ancora fatto.

Nella giustizia rinchiusa in borse biodegradabili

ci faremo forza coi nostri pensieri

trasmessi da occhio ad occhio

per non perdere la sacralità della nostra anima.

Non hai nulla da temere,

ci sono qua io,

trafitto a morte dai tramonti metallici

ma ancora capace di carezzare il nostro vissuto.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 60 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Dopo avermi distrutto 

i miei tre cuori

un mare blu uscí,

“solo uno stupido morí”

pensassi tu nel lutto

“sto bene, bene ora muori”.

Dopo che le mie

braccia ti tesero in alto

e insieme ti diedero il salto,

ora tu cadi in mille bugie,

come in briciole il pane

son le mie lunghe in frane.

solo nel mare,

non riesco a parlare,

continuo a soffrire,

ma senza sentire.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: alaska  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.