Prigioniero
in una gabbia
la cui chiave mi appartiene,
vedo ciò che amo allontanarsi,
e non potendo uscire
né tantomeno urlare,
stringo come artigli
le mie dita sulle tempie,
e disperato,
rimpiango
il giorno in cui non
son riuscito a sussurrare
il tuo nome.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Thomas Ml  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ascoltare la voce del vento,
farsi penetrare dall'odore del mare,
lasciare che la fantasia corra libera
fra le spighe alte nei campi di grano.
Galoppare come puledri scalpitanti
e scavalcare le staccionate.
Concedersi la gioia di spingersi oltre:
senza muri,
senza reti,
senza briglie,
senza catene.
Costruire castelli di sabbia
che nessuno potrà distruggere.
Sbrigliare i cavalli
e andare oltre e oltre.
Lasciare ibero il pensiero
e accorgersi che
anche senz'ali,
se si vuole...
volare si può...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giovanna Balsamo  

Questo autore ha pubblicato 92 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ad ogni
piccola emozione
sello il cuore
e galoppo
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Carmine Ianniello  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Troppo rumore che tormenta l'anima 

troppe parole che inquinano il cuore

Umanità accatastata e incattivita 
difficile non accumulare inutili oggetti 

Troppi pensieri per i nostri diversi colori 
siamo tutti sulla stessa barca chiamata terra 

Silenziosamente
ricordo il tuo sorriso e il canto della ninna nanna 

Silenziosamente
ricordo il pesco e la mia manina che raccoglieva

Silenziosamente
ricordo una panchina e tu che mi dicevi ti amo


Non mi resta che rimanere in silenzio 
e sperare di rinascere migliore.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Barbara  

Questo autore ha pubblicato 102 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Di poesia l’animo coloro
quando la tela tende a sbiadire
come il sentiero lungo l’arenile
e con il sole a lavarsene le mani.

Si danno il turno, vento nebbia e pioggia
mentre è il mare il solo baluardo
a sostegno di un battito vitale,
avanzo azzurro che l’attesa placa.

Rifugio è il verso anche se muore
al mio primo cambio di tendenza,
quel ridere sulla fragilità
che io combatto ma non sconfiggo.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Cadi nel mio silenzio
io ti raccoglierò 
tra le parole chiuse
dietro le mie labbra
e nel mio cuore,
e non temere urto o ferita.
Ma lasciati andare,
serra gli occhi
per vedere all'interno.
Per me, per un solo attimo
rinnega il caos fuori.
Vieni nel mio vuoto.
Il volo è grande,
fidati delle mie braccia.
È l'unico modo 
per raggiungermi
nella valle che celo.
Ma nell'apparente abisso
come un sole inatteso sorge
più luminoso di mille giorni insieme.
Ha nome amore
e vince le tenebre.
Anche quelle nello specchio.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 229 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Nella mia casa ricordi consumo

a tratti percepisco il tuo profumo



Sulla mia pelle  i tuoi brividi avverto

la tua lontananza ho sempre sofferto



Nel silenzio ricavo la tua melodia

quando la brezza faceva  armonia



Mi manca il tuo blu immenso

in questo ricordo così intenso



Quando la luna era in te specchiata

io mi sentivo come da te amata



A tratti  la tua rabbia infuriava

rispettosi la tregua si sperava



Vortice di vita lasciami stare

fai in modo che io riveda il mare

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Barbara  

Questo autore ha pubblicato 102 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Povero di vittoria,
credevo fosse parte della gloria
il desiderio che pressava in me.
E pur sapendo fosse deleterio
incubavo quel batterio in boria
Perché sia piena la tua gioia,
per un grande futuro,
parlottava,
ma la mia buona vena l’osteggiava,
e smorzava in toto la mia foia.
Così il bello lo si fè figuro,
e deposi brame e bramosie
e m’arresi al duello.
Affidai al fato la mia estate
non confusi le voglie col dovere;
nell’intricate logiche di vita
distinsi le merci da volere
presi per mano la coscienza
e feci frutto della conoscenza.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ugo Mastrogiovanni*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 27-01-2016

Questo autore ha pubblicato 127 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ho visto un sole non voler morire
in un tramonto ubriacato d’ali
quando la vita un sussulto vuole
perché si creda nell'eternità.

L’ho visto mentre di là scorgevo
l’irrequietezza di una luna a mille,
smaniosa di guadagnar la scena
per farsi bella di malinconie.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Non ho ancora imparato a non odiare

in questa vita effimera e sorprendente il dolore è solo mio

 

Non ho ancora imparato a sorridere sempre

la dolcezza spiazza come un improvviso arcobaleno


 

Non ho ancora imparato a fare a meno delle cose

gli oggetti sono muti mai potranno dirci "Ti amo"

 

Non ho ancora imparato a stare sola

il vento, il sole, la luna ci sono sempre

 

Non ho ancora imparato a dare senza ritorno

la riconoscenza giunge inaspettata e ci commuove

 

Eppure ci casco sempre.

 

La felicità è nascosta dentro di noi

e io non l'ho ancora imparato.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Barbara  

Questo autore ha pubblicato 102 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Ho preso questo giorno per i capelli,

fissando a lungo

la corteccia su cui galleggiava

fino ad oggi

il peso del mondo.

Le finestre stanno a guardarti

mentre sospiri sfidando il mutismo delle pareti.

Io me ne resto accanto ai cani quaggiù,

col giallo dei campi coltivati che evidenzia solo la nostalgia

ritagliandosi un angolo ben lontano

dalla nudità con cui l’asfalto ci sopporta.

Nel disordine semantico dei tuoi pensieri

s’invoglia prigioniero un fremito,

percorre ogni coagulo e,

sconfitto,

se ne torna da dov’è venuto,

un astuto anelito d’amore.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 116 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quasi piena,
l’estate romana
inondava di luce la mia cucina.
Perfetti raggi,
dalle fessure della serranda a metà,
s’andavano a sdraiare sul grigio del tavolo.

Per un po’
mi piacque mettere le mani
sotto quella pioggerella di sole.

Mi incuriosiva
la repentina variazione di tono
dei nastrini di luce sulle dita
che muovevo
senza un preciso ordine
e al solo scopo di farne loro preda.

Che stupido!

A quei bagliori di vita
era da porgere il cuore.
Chissà! Forse avrebbe avuto un sussulto.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 31 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

 

Dove, se non nell’angolo
tra il cuore e l’anima.

Lì, i ricami di pieghe fatte d’amore
e malinconie, pensieri che
innalzano il canto della vita.

Il sibilo del dolore che
quando si raggomitola e tace
cede il passo a note gioiose
che corrono sui tasti
di un antico pianoforte.

Cosa c’è in quell’angolo
se non l’eco di ciò che la vita
ruba e regala.
 
... Emozioni ...

Maree impazzite, laghi navigabili,
sensazioni che stordiscono.
Pazzie che svuotano, follie
che riempiono come l’amore.

Lì, in quella parte nascosta
vibra un’arpa, una corda di me,

 l’essenza … IO…

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giò*   Sostenitore del Club Poetico dal 22-08-2015

Questo autore ha pubblicato 214 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
La tentazione che mi tenta
nel tentativo ormai ultimo
è sorella in calde lacrime
del tuo pianto copioso.
A voler bene credere
sono tentato e cosciente
dei dissapori del mio corpo.
Penso ai rami caduchi
da pioggia celati...
Un rigurgito insano
dell'ultima pozza.
Le tue parole miele
appiccicoso ai sensi.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 170 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Nella variopinta distesa
corrono sogni e rimpianti
assopiti da una nube
e rischiarati dal sole.

Quando il pipistrello dorme 
e la sede di speranze infrante 
nasconde il proprio pallido fuoco
pervaso mi sento da un lucente grido.

Ma il pipistrello dalle tenaci ali finisce 
di sognare e gli ineffabili voleri 
dei mortali tornano a mostrarsi 
in un'onirica fila di lumi danzanti.

Il gentile sole trasmette segreti
di crepuscoli in sua assenza 
mentre all'orizzonte diluisce 
i tuoi colori.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alessio  

Questo autore ha pubblicato 11 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.