Seduto al confine delle nostre città
conto le macchine passanti
e le luci che tremano aldilà,
mentre aspetto un segno sincero
che divida la fantasia
da ciò che non è vero.
Ho perso il controllo su quel che amavo
e ho perso la testa tra gli incubi
mentre sognavo,
ed ora la notte rimango sveglio
per paura che il tuo viso mi tormenti
al mio tragico risveglio.
Ridammi le memorie che strette tenevo
e ridammi i pensieri che mi legano al terreno.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: lorenzo  

Questo autore ha pubblicato 55 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Rocco Michele LETTINI
+1 # Rocco Michele LETTINI 29-09-2015 05:09
Adorabile decanto forgiato con maestria. Eloquenza nel distico di chiusa Lorenzo. Lieta giornata.
lorenzo
+1 # lorenzo 30-09-2015 18:10
grazie mille :-)
Cla
+1 # Cla 29-09-2015 08:21
Bellissima Lorenzo :)
lorenzo
+1 # lorenzo 30-09-2015 18:11
grazie :-)
Giò
+1 # Giò 29-09-2015 16:34
Crei situazioni molte suggestive che prendono.
Molto piaciuta. Ciao...
lorenzo
+1 # lorenzo 30-09-2015 18:11
grazie per il bellissimo complimento :-)
nabrunindu
+1 # nabrunindu 29-09-2015 17:16
si, ci siamo, molto bella, bravo!
lorenzo
+1 # lorenzo 30-09-2015 18:11
grazie :-)
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 11-10-2015 16:28
Sogni belli...oppure incubi, anche questa potrebbe essere una forma di malattia, bravissimo.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.