Tu profumavi come il tempo passato

nelle notti di tempesta,

arrivavi come un temporale d’agosto

con quel profumo d’estate che stava finendo.

Ti vedevo riflettere con le luci sull’asfalto bagnato,

emananti una leggera nebbia, che salendo al cielo

rapiva le mie fantasie.

Ora la mia mente conserva solo lontani ricordi

ma sempre abiti nella mia memoria.

Vivevo quei momenti come una sigaretta che si consuma

lentamente e come il fumo te ne andavi via

sparendo alla mia vista,

come un temporale d’agosto.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Horion Enky  

Questo autore ha pubblicato 236 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.