Entrare a casa provo una sofferenza atroce nell'ingresso ad aspettarmi non vedo più la mamma, ad ogni ritorno è sempre più difficile la mente vaga lontano hai ricordi di quando vivevo in quella casa.
Il fuoco scoppiettante del camino, i giochi nei vialetti, sempre sporchi di terra, la strada ancora non era asfaltata, la frutta e verdura caricata sull'ape pronta per la mattina dopo papà e mamma si alzavano presto per andare al mercato.
D’estate l'arrivo dei parenti lontani le cene con gli zii e cugini, con alcuni di loro si era instaurato un rapporto di affetto molto intenso tornavano giù al paese per le ferie, una gioia immensa rivederli.
A distanza di tanti anni ritornare in quella casa.... ancora sento un coltello che gira dentro la ferita, che sanguina ancora.
La cucina, ha visto tante tristezze, ma anche gioie. Appeso al muro un disegno fatto in asilo sono passati quasi 18 anni ancora è appeso là.
L’ingresso un corridoio lungo una mensola dove moltissimi anni fa stazionava il telefono, i muri quasi interamente ricoperti di fotografie, vecchie e nuove, figli, nipoti, nonni, una generazione impressa stampata su quei muri.
Quanti ricordi riemergono entrando a casa.... faranno sempre parte di me della mia vita, incancellabile il ricordo di quell'unica persona che non ce più, ogni volta che apro la porta mi sembra ancora di vederla seduta su quella sedia. 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 722 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Antonia Vono
+1 # Antonia Vono 12-03-2014 21:53
Anche questo Silvana fa parte del "tempo sospeso" ...

Hai dosato molto bene i ricordi accompagnandoli allo stato d'animo.
un abbraccio
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 13-03-2014 13:04
Grazie Antonella,per tutto....ricord i sempre impressi nella mente. :-)
Maurizio Vecchi*
+1 # Maurizio Vecchi* 13-03-2014 07:26
I ricordi dell'infanzia provocano sempre nel nostro cuore i migliori sentimenti per un periodo che non tornerà più, ma che resterà per sempre radicato tra il cuore e l'anima, in modo indelebile. Quell'impressio ne, che hai descritto, di vedere ancora lì la persona più cara, seduta come una volta, fa capire l'intensità della tua nostalgia nell'entrare nella casa dell'infanzia. Brava!
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 13-03-2014 13:08
Grazie Maurizio,ricord i che faranno sempre parte della mia vita,l'impressi one di vedere la mamma, mi succede sempre, ogni volta che scendo a casa,a volte penso che se lo dico a qualcuno mi dice che sono pazza,ma io la vedo sempre là......grazie di cuore. :-)
amilcare stunf
+1 # amilcare stunf 13-03-2014 12:02
Dovresti rivedere dal punto di vista sintattico e della punteggiatura l'intero scritto dall'inizio alla fine: così come proposto appare veramente scricchiolante.
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 13-03-2014 13:10
Grazie dei suggerimenti,pr overò a rivederlo,sempr e molto attento grazie,Francesc o. :-)
TOSCA
+1 # TOSCA 13-03-2014 13:34
bella, capisco quello che provi alla perfezione.
stupenda l'immagine della generazione sui muri.
sui muri ma che sembra averli ancora per la casa e di sentire le loro voci al chiuder degli occhi. a me capita.
poi riapro gli occhi e alla dura realtà della loro assenza le lacrime sgorgano. unica consolazione è che il dolore pian piano si addoldisce e si trasforma in emozione per le sensazioni provate in quei momenti.
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 13-03-2014 13:58
Grazie Tosca, l'immagine della generazione sui muri la rivivo ogni volta che entro a casa comprese le voci,ma ancora il dolore fa molto male.....grazie mille. :-)
Renato Dentice d'Accadia
+1 # Renato Dentice d'Accadia 13-03-2014 14:48
Ciao Silvana, il racconto in se è bello e non potrebbe che essere così trattandosi di ricordi dell'infanzia e di momenti importanti della propria vita. Sulla punteggiatura e la grammatica però devo dire che dovresti rivedere un attimo il testo. Scusa la sincerità.
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 13-03-2014 16:13
Grazie Renato,ricordi molto tristi purtroppo,il testo lo rivedrò sicuramente grazie mille ciao.
nabrunindu
+1 # nabrunindu 14-03-2014 13:17
bravissima silvana, un tuffo indietro pieno di nostalgia e sentimento puro....un abbraccio :-)
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 20-03-2014 20:56
Grazie Nanni. :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.