Presagio
Come presagio di un'infame futuro, ho la visione dell'oggi, che già fra un secondo cambierà.

Flash
Mare che m'attira, onda che mi bagna e sabbia che m'inghiiotte.

Gioventù
Felici nell'atrio della stazione, fermi a guardare gli orari
abbiamo perso l'occasione di partire.

Voragine
Circondato da sguardi sconsociuti e minacciosi
apprezzo le luci della città, che mi fanno compagnia.

Jungle Man
Il precipizio appena visibile, evoca in me precise filigrane emotive
Intravedo in controluce, l'equilibrio che sapientemente mi salva. 






 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Valerio Foglia*   Sostenitore del Club Poetico dal 15-06-2014

Questo autore ha pubblicato 254 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.