Ho scimmiottato una scimmietta che  scimmiottava uno sciamano esperto di shiatsu che aveva una bicicletta col cambio Shimano e un cagnolino Shitsu avuto in regalo da una sciampista di Shangai assidua frequentatrice della discoteca Shangri-la, ritrovo molto chic di parecchie sciaquette dedite allo shopping.
Scioccato da questa situazione telefonai ad un importatore di sciacquoni di Sciaffusa che deteneva quote societarie di una casa vinicola produttrice di champagne, dicendogli di procurami una bottiglia di  raro Sciacchetrà, previo pagamento di uno cheque in scellini che mi serviva per fare un cocktail sceccherato ad un amico francese un po' sciovinista, appena laureato in scienze delle sciovie con master in studio di sciabola e scimitarre Shogun.
Che sciocchezza però  !!!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
In un placido pomeriggio di primavera in Provenza, procedendo tra prati di papaveri  con la mia Prinz color peperonata, prodotta come prototipo durante il Patto di Varsavia, perforai purtroppo un pneumatico Pirelli, rimanendo in panne nei pressi di un pozzo di un certo Patrizio che l'aveva acquistato da un pezzo da un pazzo a poco prezzo, quasi meno di una pizza o di un pupazzo di pezza ricamato in pizzo.
Per fortuna passò un piccolo pullman che mi portò al paese più prossimo dove comprai un pneumatico nuovo, un pacchetto di patatine Pai, due peluches di Popeye, un paio  di pennarelli e una scatola in promozione di pastiglie per la prostata.
Così ritornai alla mia vecchia Prinz e partii prontamente per Parigi dove mi aspettava un mio parente paracadutista che voleva lanciarsi dalla Tour Eiffel col parapendio.
Purtroppo la performance fu notata dalla Police che ci fermò e ci portò prontamente in prigione per procurato pericolo per l'ordine pubblico e che, però, ci rilasciò il giorno dopo, previo pagamento di una pesante sanzione pecuniaria.
Per risollevarci da queste penose peripezie ci precipitammo a Pigalle dove, tra Pastis, Pernod, paté e pommes de terre, finimmo in bellezza con una coppia di peripatetiche prosperose piuttosto porcelline specializzate in giochi alla Pompadour e che, pazienza!  ci spennarono come polli il portafoglio...alla prossima...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Una sera ci ritrovammo io, Tito Stagno, Daniele Piombi,Tiziano Ferro, Alessandra Acciai e Franca Rame con una pettinatura biondo platino, cioè praticamente una ferramenta,  a vedere in TV,  guarda caso, il film "Iron man".
Ne segui` un'accanita discussione sul ruolo dei metalli nella storia dell'umanità dove ebbi la meglio perché  ero molto "ferrato" in materia in quanto mio zio era il re del tondino ed inoltre avevo fatto una tesi sul romanzo " Il padrone delle ferriere" e sui binari dei treni delle ferrovie Nord ed inoltre perché  avevo una salute di ferro, abitavo vicino ad uno stagno e , a volte, mi veniva un sonno di piombo !
Eh sì, non è  tutto oro quello che luccica, tranne l'argento della parrucca di mia nonna Urania dall'insolito color Wolfranio!
Comunque la discussione degenero` tanto che il vicino di casa mi telefonò lamentandosi duramente e così mi agitai alquanto  dicendomi; stai "cadmio" ....ma non ci riuscii e allora risposi seccato; dai, non fare l"indio", non farmi girare il "berillio" altrimenti ti "cobalto " tutto e ti gonfio come un "palladio", brutto "stronzio" che non sei altro!
Non capisci un "nichel" e, se insisti, ti faccio "rubidio"e ti riduco come un "polonio"......brutta faccia da "tungsteno"!!
Uffa......che "bario" !!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'implementazione siderurgico catalitica di un tritasassi in una miniera di alluminio in Sardegna provoca inesorabilmente,
"Sulcis in fundo", un abbassamento
geotettonico (che siano tette fatte di terra?) nei fondali dell'atollo di Bikini che, essendo passato di moda ora si chiama atollo "Perizoma".
Ciò crea uno sconquasso negli
equilibri biologici della riproduzione
delle anguille delle valli di Comacchio le quali hanno deciso di non andare
più nel mar dei Sargassi a meno che
fosse messo a loro disposizione un
servizio navetta di sommergibili
low coste organizzato da un
"capitone" di lungo corso.
Dunque è noto che l'oceanografia
postbellica ha prodotto una
recrudescenza peristaltica fagocitante nei confronti dell'habitat qualunquistico del tonno"pinna gialla" inscatolato
abusivamente nelle pescherie
del Marocco meridionale, la cui
pelle, usata come rivestimento
dei "tapis roulant" di mezzo mondo,
produce una ricaduta di tipo
eziologico antiderapante sulle
televendite di materassi a molle
durante le pause dei notiziari
in lingua inglese di "Al jazeera
international" !
Salam!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Praticamente, con molta prosopopea, propinai una proposta personalizzata ad un procuratore di Procida che aveva un prurito piuttosto preoccupante alla prostata e così privatamente gli proposi una cura a base di estratto di proboscide di procavia con pomodoro pachino pretrattato al polonio e pezzi di provola di Pratomagno.
Purtroppo il personaggio ebbe una reazione spropositata come se avesse preso una purga e, per di più anche una forma preoccupante di priapismo prepuberale per cui lo portai precipitosamente al pronto soccorso dove gli prestarono prontamente una cura appropriata con una puntura a base di piramidone e permanganato e una soluzione di petali di peonia pressati e passati in pentola a pressione con una purea di propoli.
Passato questo periodaccio, per risollevarlo e procurargli un po' di piacere, gli presentai una procace prostituta peruviana molto provocante che praticava pilates e nel tempo libero faceva anche la pranoterapeuta in una Onlus no profit solo nelle ore preserali però, presso un presidio provinciale sotto il protettorato della prefettura di Parma.
La proposta fu molto apprezzata tanto che il personaggio, per sdebitarsi, mi promise in regalo un paio di pantofole in puro pelo di procione del Paraguay, un buono per un corso di parapendio sul Gran Paradiso, una pendola rococò in puro palissandro e, per finire, un profumo di Prada all'aroma patchouli in una particolarissima pochette in policarbonato color prugna...
perfetto !
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'agglutinamento epigastrico climatizzato destroconvesso,
produce un solipsismo tardo barocco nei ventricoli sottocutanei dei crocevia sinfonici, con rigurgito alcolico metabolizzante, evidentemente propedeutico alla scissione scaramantica dello spettro ortogonale della mozzarella di bufala campana.
Quindi, la curvatura sinottico equatoriale dei denti da latte dei criceti di campagna, con riduzione atipica dei semiassi gengivali, conferma la congiuntura piroclastica sottomascellare del carapace dermosensibile degli
scarrafoni napoletani che, com'è noto,
son tutti belli...
a "mamma soia" !
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Una bella domenica d'estate, gli operatori di "Villa arzilla"  decisero di organizzare  una serata di festa per rallegrare i simpatici vecchietti e dare loro un'occasione per evadere dalla solita noiosa routine.
Il giorno prima, il salone principale fu addobbato con festoni , palloncini e ghirlande varie  ed il centro del locale liberato da sedie,  divani e poltrone per creare spazio per il ballo. Il mattino  seguente, le cuoche apprestano un ricco buffet, dando sfogo alla  loro più  sfrenata creatività! Ed ecco sulla tavola; semolino di riso al ginseng (per cercare di risvegliare antichi ardori) ;
pasta stracotta alla ricotta e petali di rosa (quelli  appassiti del vaso dell'entrata ); pancotto alla zucca (per via dei problemi masticatori); hamburger  al finocchietto selvatico; scottadito all'indonesiana (cioè, piatto che conteneva quello che restava dalla pelle della sguattera orientale dopo che si era ustionata le mani con l'olio  bollente); e, per finire,  una compilation di  dolci prelibati preparati dal pasticciere  tedesco Von Strudel, assoldato per l'occasione, il quale diede sfogo a tutta la sua maestria con un tripudio di pere cotte con salsa al gorgonzola; creme caramel senza zucchero aggiunto (perché  si erano dimenticati di comprarlo); torta della nonna (era quella rimasta dalla festa  precedente, che i nipotini avevano fatto un mese prima); tiramisù  al peperoncino e zafferano e, per ultimo, uno speciale rosolio al Guttalax (per favorire la motilità  intestinale). La sera dopo, la festa ebbe  inizio . Tutti si avventarono sul buffet e, per via delle eccessive libagioni che seguirono, (a base di pregiato Tavernello dell'87 e un paio  di bottiglioni di Barbera al metanolo,
scampati al sequestro dei Nas del '76 ), alcune dentiere caddero sulla tavola e, per errore, finirono nelle bocche  sbagliate, con evidenti problemi masticatori!
Poi, a cena terminata, si diede inizio alle danze.
E allora, via deambulatori, bastoni,  carrozzine, cateteri e tutori vari !
Aiutati dagli operatori, incominciò  una sarabanda infernale con rumore di ossa, anche sbilenche, cervicali artritiche e di toccamenti, da parte di vecchietti arrapati, di culi molli e tette cadenti! E...vai!!
Ad un tratto qualcuno si alzò  e propose , idea geniale,  un concorso per "Miss camicia da notte bagnata" per le donne e di "Mister pannolone ripieno" per i maschietti.
La richiesta fu accolta all'unanimità  e, poco dopo, si proclamò  la vincitrice per il primo concorso ; una certa Juliette, che aveva dei trascorsi da spogliarellista al Crazy Horse e gran conoscitrice dei viali di Montparnasse, mentre per gli uomini vinse , alla stragrande, un certo Sig. Pompeo, ex scaricatore di porco (si, proprio così) perché lavorava in un allevamento di maiali nel basso bresciano ed aveva contratto, poverino,  una rara forma di dissenteria cronica.
La serata finì in bellezza con un memorabile trenino generale , al ritmo di un frenetico samba brasiliano, ma, purtroppo, qualcuno  inciampo' trascinando rovinosamente per terra  tutto il gruppo!
Così, sfortunatamente,  la serata terminò con la sala da ballo trasformata in astanteria, col rapido intervento degli assistenti con cerotti, garze, calze elastiche, impacchi di ghiaccio, tachipirina, camomilla a litri e gocce di valeriana a gogo'!

.....anche i vecchietti....fanno oh....

Buona notte !
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Parto allora per un viaggio
che mi son già rotto il "Kansas" !
C'è un gran caldo, sono già tutto
"Sudan" e mi colan le "Seicelles";
mi faccio bene le "Barbados", mi lavo le "Gambia", mi guardo allo specchio e con voce
"Argentina" mi dico; che "Togo"!
Mi sento proprio un "Sierra Leone"!
Esco e vado nel "Barhein" dell'aeroporto, mi sparo un"Alaska" ben ghiacciato e, "Indocina" chi ti
vedo! Un bel gruppo
di giovani pollastre. Che "Figi"!!
Una di queste si avvicina e con le
sue "Labrador" carnose mi dice;
ciao, lo sai che sei proprio "Belize"!
La vuoi la mia "Patagonia"?
Si, rispondo, ma quanto ti "Pago Pago". Dammi 500€ che
poi facciamo "Tonga Tonga"!
Fossi matto, mi vuoi prender per
l"Honolulu"!
Pussa via, brutta "Minnesota" della "Malesia prima che mi in"Kazakistan" davvero!
Ne ho proprio piene le "Nepal";
mi son rotto il Caucaso, torno a casa e buonanotte al "Senegal" !!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

E’ interminabile il tempo che ci mette una donna a togliersi i jeans quando fissi l’orologio, 04:11.

Il vapore acqueo sui vetri della stanza da bagno rivela che i soffici asciugamani si tengono pronti

ad accogliere un’ondata di vivida sensualità. E con loro i saponi silvani.

Le candele all’aroma di vaniglia catalizzano la loro virtù afrodisiaca su di una giusta atmosfera

fugace, stimolando i sensi in modo particolarmente intimo, sciogliendo le emozioni che appaiono

bloccate. L’acqua speziata di cannella risveglia sensazioni intense. Raccoglie i capelli.

Inerme lascia che il mio respiro si adagi sul bordo di una spallina scesa.

I corpi si immergono in un senso di isolamento e di intimità, di abbandono al piacere in modo

disinvolto. In un gioco divertente e soddisfacente di sessualità…

L’acqua calda le rende la pelle ancora più sensibile, i profumi preparano corpi e menti a provare

un’esperienza inedita. Mi insapono completamente, le sfioro l’orecchio nascosto appena da petali

di velluto nero che le incorniciano il viso, lentamente ci massaggiamo mutuamente e col mio corpo

ricopro il suo che d’acchito esita. Si sente avvolta e protetta dall’acqua, e si lascia andare.

Nulla di più intrigante. Io, lei, la schiuma…

 

Apro solo un occhio dal pisolino per un movimento convulso del piede, 04:14.

Il vapore acqueo del mio respiro sugli occhiali sghembi sul naso rivela solo il mio sandalo zuppo

dell’acqua rovesciata dalla ciotola dal mio bizzoso beagle Patchouli…

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 370 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Girovagando su una Jeep insieme ad un DJ di nome Jonathan nei pressi di Johannesburg e ascoltando alla radio "Lady Jane, mi ricordai che in Italia stavano votando il Job-Act.
Per scacciare questo brutto pensiero mi sparai nel gargarozzo un bicchiere di Johnny Walker, mi feci un Black Jack, un panino
al Jamon Pata Negra, presi un jet della Japan Air Lines diretto nello Jemen ma, per paura della Jihad, deviai per lo Jutland dove
incontrai Joe di Tonno, Jerry Cala' e la controfigura di Jessy James.
Mi infilai poi dei jeans di jersey, telefonai a Jessica che faceva joggins ascoltando Jazz con 40 gradi Joules , che mi disse d'aver incontrato Jovanotti che ballava a passo di Java leggendo Jack Kerouack e le penultime
lettere di Jacopo Ortis mentre un Juke Box suonava "Jingle Bells".
Ripresi allora un Jumbo, come uno del Jet-set, e mi ritirai" in the jungle" con le foto di Jennifer Lopez, un vecchio jo-jo, due casse di joghurt,
un joystick e gli autografi di Jerry Scotti, Tom & Jerry e Jeremy Irons !
Alla fine, a bordo di una Jaguar Xj, andai a Rio de Janeiro al bar Jamaica vestito da judoka e, bevendo J&B, intonai uno Jodler tirolese con un tizio di nome Joseph vestito con dei jeans made in Japan e uno splendido jabot in jacquard olezzante di profumo J'adore... Dior !!
... je t'aime, moi non plus !!...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 38 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.