È  tardi, devo andare al ristorante. Che disordine! Al ritorno metterò tutto a posto. Oppure lascio tutto così, chi se ne frega.


Vivo da solo da circa due anni. Quando mia mamma viveva con me era diverso, tutto era più in ordine. La mia super mamma, ora vive con il suo compagno ed ogni tanto viene da me e, quando viene, poverina, passa la giornata a pulire. La prossima volta troverà tutto in ordine.

La mia giovanissima mamma, mi ha avuto a 17 anni. Non mi ha cercato, ma mi ha tenuto ed amato. Mio padre, come tanti si è smaterializzato. La forza di una donna, quando ha un figlio, non è paragonabile a niente e a nessuno. Mia madre tra mille ostacoli, mi ha allevato sempre con il sorriso. Se penso a mia mamma penso al suo sorriso.

Anche se ero piccolo ricordo  mia nonna che faceva giri strani di parole per rinfacciarle costantemente l’errore commesso e mia mamma che rispondeva :“Amare non è mai un errore”.

 Lei non ci faceva caso e si avvicinava a me sempre con il sorriso: “ Vieni amore usciamo che qua tira una brutta aria”, mi diceva.

Ha cambiato tanti lavori, ma ce l’ha fatta. La sua forza e ottimismo mi sono entrati dentro. Ho avuto solo mia mamma, non mi ha particolarmente viziato, ma mi ha molto amato.

La mia passione per la cucina, incentivata e sostenuta da mia mamma, mi ha portato a frequentare la scuola alberghiera.  Questo mi ha permesso di trovare presto lavoro ed essere indipendente economicamente. Mia mamma è tranquilla e io sono felice per lei.

Non mi sono ancora deciso a togliere quelle foto tra la cornice dello specchio. Ogni volta che le guardo mi si stringe il cuore.

Siamo stati assieme tre anni, poi menzogne, comportamenti strani  e  zac me l’ha fregata un mio amico.

L’amavo, ci credevo. In questa foto ha i cappelli sciolti è bella … è un peccato togliere questa foto.

Ricordo quanto male mi ha fatto quando mi ha detto: “ Sai, non ho avuto mai il coraggio di dirtelo, ma i tuoi quadri mi fanno schifo”.

Dipingere mi fa stare bene, non lo sa nessuno è un mio segreto. I quadri sono qua con me, chiusi in una stanza. Mia mamma lo sa e non osa entrare. 

L’ho detto solo a lei, la ragazza che amavo, ho condiviso con lei questo segreto e le ho mostrato i quadri. Come se le avessi mostrato la mia anima. Basta una frase per uccidere una persona.

Nessuna donna avrà più il mio cuore, solo il mio corpo. Devo dire che il mio corpo, in questo lungo periodo di vita da ragazzo single, l’ho usato parecchio.

Sono un bel ragazzo, non ho problemi.  Ho ventotto anni, ma a seconda delle circostanze, per raggiungere il mio scopo, l’aumento o la diminuisco.

Sono attratto dalle donne più grandi. Emanano un fascino e sicurezza che mi eccita. Ne ho fatto una bella collezione, le intercetto su face book: casalinghe frustrate, separate, divorziate, single incallite.

L’ultima che ho trovato su face book  è la proprietaria della palestra che frequentavo l’anno scorso.  Anche lei molto più grande di me, molto gentile e tranquilla. Mi è piaciuta subito appena l’ho vista e il suo fisico palestrato mi eccita.

Lei non si ricorda di me perché vede tanta gente, tanti ragazzi.

Alla reception della palestra non ho avuto il coraggio di dirle niente, ma sui social, dietro uno schermo, è più facile e le parole mi sono venute bene.

Chattando con lei ho capito che lavorava molto e che si sente molto sola.

Allora  ho attivato il mio repertorio e lei si è fatta dire tutte le frasi erotiche che mi sono venute in mente poi, a differenza delle altre donne, mi ha fatto un discorso sulla tristezza degli incontri solo basati sul sesso. “ Per andare a letto con una persona bisogna guardarla negli occhi ed amarla”, mi ha scritto.

Mi ha spiazzato e mi ha fatto ripensare al periodo con la mia ex.

 Guardando il mio profilo su face book è rimasta colpita da alcune immagini e mi ha chiesto se dipingo, il suoi intuito e sensibilità mi intrigano.

Voglio il suo corpo nudo tra le mie braccia.

Non demordo è una facile preda anche lei finirà nel mio letto.

Ora è tardi devo andare….

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Barbara  

Questo autore ha pubblicato 108 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

nabrunindu
+1 # nabrunindu 23-10-2015 11:41
bello bello bello, come sempre....bravi ssima... :-)
Rocco Michele LETTINI
+1 # Rocco Michele LETTINI 23-10-2015 16:34
Una piacevole e scorrevole lettura. Mirabile racconto. lieto weekend.
Giò
+1 # Giò 23-10-2015 16:34
Uno squarcio di verità dei nostri giorni!
Scorrevole, semplice, di buona lettura.
Piaciuto tanto. Ciao...
Caterina Morabito*
+1 # Caterina Morabito* 24-10-2015 17:00
Ti dico che e' un bel racconto. Complimenti.
Ignazio D'Anna
+1 # Ignazio D'Anna 24-10-2015 17:53
Un racconto meraviglioso, serrato, che ci fa capire quanto oggi sia dominante il senso di solitudine. Complimenti!
Barbara
+1 # Barbara 25-10-2015 14:06
Grazie infinite per i commenti. Buona giornata a tutti voi.
luke676
# luke676 20-01-2016 13:23
In alcuni punti mi sono identificato :) Racconto originale, brava!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.