Ho violentato la mia inquietudine e mi sono voltato verso di te chiedendo al tuo delirio onirico di aiutarmi a farne parte. Le pareti che reggevano la nostra giovinezza erano testimoni di quella mia espressione di coraggio (o di disperazione dirò io successivamente), ed ancor oggi mi ringraziano per aver dato giustizia alla bellezza. Tornandomene a casa dopo essermi dissetato dalle tue labbra ho accarezzato ogni petalo di quella stagione, risparmiando il polline che mi sarebbe tornato utile un domani, quando la fame avrebbe chiesto all’aria di non fermarsi. Ma il tempo non ci ha rincorso, se ne è rimasto fermo al tg delle 20 quando le notizie erano ancora argomento di conversazione sopra la tavola imbandita, regalata (si fa per dire) da una raccolta punti di qualche supermercato. Ora il tempo siamo noi due, lasceremo le perplessità stese ad essiccarsi appena il sole troverà il coraggio per tornare attore, e le nostre mani torneranno invase da quel calore breve quanto basta per esprimere tutta la voracità dell’esplorazione dei nostri corpi nudi. Assumeremo a tempo indeterminato nuove sensazioni, archiviando nella memoria semantica nuove certezze, nuove emozioni, nuove realtà. Ci saremo noi due in prima fila per una nuova genesi, saremo siamesi nella mente e nel cuore, indomabili amanti, sognatori incrollabili. Un amore infinito già dalla sua formazione, due foglie disobbedienti che si opporranno alla dittatura delle stagioni, in un mondo migliore, un mondo a parte dove, immersi nella presunzione dell’immortalità, diventeremo arte.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 60 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.