Adesso vengo da te
Non ragioniamo insieme
-guarda che ti aspetto
- guarda sono già partita ..
Tra tutti i ricordi d'autunno
Sei la mia più bella follia
La scrivevamo su grezzi muri
E ci ubriacavamo con la poesia ..
Mi facevi assaporare il vino
Invecchiato con le nostre brame
E poi sporcavamo le pareti
Con le tue ..con le mie mani ...
Con le lacrime ed i sorrisi
Si son allargati i fiumi
Per far crescere l'erba nuova
Per far diventare ricordi gli autunni ..
E poi ho imparato a remare
Ad andare contro corrente
Come facevo da piccola
Quell'autunno di pioggia e vento ..
Per fortuna sto arrivando da te
Ci incontriamo come diagonali
Ci vuole la forza umana
Per navigare in trasversale ..
Riemerge come libertà naufragata
Tra le acque della vita, sorde
Un giorno d'autunno e della pioggia sognata
Sotto il tetto che perde ricordi ..

Profilo Autore: Elvira Boychuk  

Questo autore ha pubblicato 11 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.