L’alveare che hai costruito, fitto come la foresta
ferma il volare della polvere sporca di questo girotondo
 che di dolcezza  vorrebbe bere
di giallo avrebbe il sogno
e di ali il bisogno

 
Viaggiando fra frutti e fiori, raccogli i complimenti
di amici e conoscenti, salvati dal tuo operare
che dolcemente solleva, un recondito pettegolare
 
Pollini allergici come flutti,  posano nei nostri respiri 
sui nostri cuori

come coltre di cioccolato sul dolce amato    
che il tuo garbato ronzio 
ha reso più mio

  
Con elegante vibrare
entri nelle aperture
senza ora, per farne una dimora
per  passarci qualche momento
e placare il diurno fermento

 
L’oro leggero sulle pareti, ormai saldo e certo
impreziosisce quanto è cresciuto dentro
questo sentimento
 
Sento ormai da tempo, il tuo spensierato esistere
nei miei momenti
nell’alveare fitto dove mi hai ospitato
dove mi hai saputo curare
senza chiedere perché non so volare

 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Valerio Foglia*   Sostenitore del Club Poetico dal 15-06-2014

Questo autore ha pubblicato 276 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quand'alme e luci sono spente, sveglia

se' 'n roseo albeggiar d'insonne immago;
parmi al piovoso pianto fiacca e viva,
assetata d'amor e affetto e vago

desio ch'irradia ciò che'l cor ravviva,
come fiata in cui, per incantamento,
si spiaggia, nudo, su festosa riva.

Come stuol de l'audaci nauti intento
a liberare de la santa terra,
ardenti, sì vegg'io quel viso e sento

umile e altero l'obbligo alla guerra
che non volge nel fero accento 'l sangue
a l'arme, ma con maggior doglia atterra.

Armato priega e sì la speme e piangue:
"Madre delle Madri, di tua fattur
fattura, eterna morte e ciò che tangue

vita uman intendi quant'alte mur
che restano all'assedio del Felice,
son, imponenti e 'mpietose. Sì dur

è lo glorioso volo che si dice
esse'l miracol de la dolce vita ?
E par soave modo cui s'addice

pietà beata'l piangere smarrita;
or dunque come può cor che s'infama,
fedele a la segnor che l'ha accudita,

intonar divo canto che reclama
que l'unico convivio colmo e voto
ov'è l'Amor il pane onde si sfama?".

Qual fior, in pinte foglie, che di loto,
e pur ontato da cotan fanghiglia,
clarezza e purità non vende al moto

così che più resplende e al sol s'infiglia,
tal è'l ridente tuo e leggero volto
ameno e vivo e terso cui s'abbiglia

lo mondo ignaro e da buon fato colto,
ma ver, venduto e avaro e perso, Dite,
vorace e 'nsoddisfatto pur s'è vòlto.

Insigne Regia, quanto calma e mite
destasi fedel la face d'esse e alta
e grave e cara veste in speme vite

che lindo o lercio ogn'om eterno essalta.
Destati allor da que l'armata veglia;
in piedi, fera, mostra la ribalta

del desider potente che mai inveglia.
All'alba e 'n risi incanta a gui' di mago
i cuor torpìdi con un dolce: Sveglia.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Alorian  

Questo autore ha pubblicato 13 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
"Come iene amici di ieri dilaniano la sensibilitá del mio animo, affamati si nutron di vecchi ricordi di ogni senso di umana pietá son sordi. Come una morente carcassa trascinata dalla corrente, della nostra amicizia lontana alla vista, non v'è più niente. Mentre vi compiacete con grasse risate strozzate in gola, maledico i giorni in cui godemmo assieme delle nostre esistenze".
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: oasiall  

Questo autore ha pubblicato 16 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Il tuo viso bello, solare oggi è stanco, triste
è una maschera di sofferenza
i tuoi occhi che luce emanano
non brillano, cerchiati da un trucco
che non hai messo tu
Si allagano ma lacrime non lasciano colare
se non quando rifugio trovi nel tuo letto
il tutto è racchiuso nel tuo cuore e fa male, molto male
Io piango con te che se pur non odo
i tuoi singhiozzi l'anima mia ne sente il fragore
rimango in silenzio, rispettando il tuo
non riesci a liberarti dal bendaggio
che sterile stringe il tuo cuore infranto
Quando verrà il momento
io sono qui, catino dove vomitare puoi
il dolore, la rabbia e l'amarezza
che dalla vita ti allontanano
mentre ti rifugi in un sonno insano,
scevro di ristoro o soluzione
La mia gola è muta, se pur vorrei urlare
per farmi da te sentire,
le parole tornerebbero indietro come un boomerang
sbattuto contro un muro di indifferenza
So che verrai quando sarai pronta
l'amicizia è anche questo
rispettare la paura, il malessere, aspettare in silenzio
e con lo sguardo mandare segnali forti
che solo due anime unite da sentimenti veri
come siamo noi riescono a decriptare







 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Cristina Biga*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 24-01-2012

Questo autore ha pubblicato 504 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
 
Hai scosso il mio tappeto  di giovane di un tempo
con il tuo ricordo ammaliante
lento e primaverile
mentre  stendevo i panni di superstite
da una lunga guerra interiore
 
Soffriamo entrambi
senza ascoltarci  senza vederci
al fine di pontili  troppo alti su freddi mari     
troppo fragili
 
Vorremmo riscaldarci
ma quel gelo antico
non ridiventerà acqua
 
Gli anni calcarei
hanno immobilizzato i nostri voli
di liberi pensieri
 
Le mie ali sono stanche
le tue troppo lontane
 
Mi trascinerò altrove
senza volare,  senza smaniare
 
Hai scosso il mio tappeto oggi
sotto quel cielo un tempo amico
di chiodi e punte di coltello
straripante  
 
 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Valerio Foglia*   Sostenitore del Club Poetico dal 15-06-2014

Questo autore ha pubblicato 276 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Mi sa proprio che non sopravviveremo

Anche provando a rigare dritto

Rigando pure i vetri dei portaritratti

Tanto non ci salverà una foto

Io sono nonostante tutto

Non di certo quello che mi sarei aspettato

Allora lanciami la vita come un mazzo di chiavi

 

Fammi divertire sulla croce

Anche quando balla sotto lo specchietto

Non mi ridare indietro i miei regali

Ammettilo non sai nemmeno dove li hai lasciati

Non ti restituirò però i miei errori

Io mi tengo i miei soli ad insolarmi

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Nicola Matteucci  

Questo autore ha pubblicato 392 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Guarda il cielo cazzo,
come fai a non renderti conto
di quanto illuminata sia la via da seguire?
E le stelle poi?
Sono li per caso
o in piena coscienza di farsi osservare?

Ma tu continua pure a guardarti i piedi,
continua a guardare la terra sotto le tue scarpe.
Che non s'alzi mai della polvere a sporcar l'aria,
a rovinare il respiro a qualcuno dall'altra parte dell'universo,
qualcuno che per vederti, un giorno,
dovrà per forza di cose
Guardare il Cielo.

 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: lightWolf  

Questo autore ha pubblicato 32 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non dubitare mai del mio amore”
questo mi hai detto ieri
aprendo uno scrigno di ricordi
per i quali sorridere, per i quali soffrire
Arrivai in quel paesino
piccolo, sconosciuto, mi sentivo persa
chiedendomi che ci facevo li
con il mio bagaglio di girovaga
La tua testa dalla chioma riccia e rossa
fece capolino alla finestra
benvenuto ai nuovi vicini”
ed una torta di mele profumata e fumante
così nacque un'amicizia unica, indissolubile
Furono momenti sereni
durante le grigliate lungo il fiume,
chiacchierate davanti
a fumanti tazze di caffè e sigarette
fumate a metà
Fu uno scambio di anime
sorelle, trovatesi dopo un viaggio
nell'arido deserto della vita,
lacrime che si univano in unico ruscello salato
asciugate da carezze e parole non dette
Come tante, troppe cose
all'improvviso finì il tempo di stare lì,
in quel paesino che ormai sentivo casa mia
un altro viaggio mi portò lontano
la vita va così, ma che tristezza !
e che stanchezza volevo fermarmi
volevo una fissa dimora,
volevo stare li …
Ma l'amicizia non finisce con
la lontananza, non muore se
di radici lunghe e forti è dotata,
ti misi in quello zaino pieno, pesante
ma di una leggerezza estrema
perchè l'amore peso non ha
Mai ho dubitato del tuo amore
dolce amica e siamo ancora qua
lontane ma vicine più che mai
per sempre oltre il sempre


Dedicata alla mia cara amica Lia
 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Cristina Biga*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 24-01-2012

Questo autore ha pubblicato 504 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Bentornata da questo viaggio,
io da amico ti caldeggio
di strapazzi ancor far
e che, anzi, devi ancora riposar.
 
Bentornata e te lo dico
a nome d'ognun che t’è amico,
sappi che nel corso t’eravam vicino
anche se non t’accorgesti di noi,
del nostro regalino.
 
Or che a casa tua sei arrivata,
sicuramente i tuoi t’avranno abbracciata,
lo stesso facciam noi di questo club poetico,
augurandoti di presto rimetterti al meglio.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Maurizio Vecchi*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 31-12-2011

Questo autore ha pubblicato 63 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sii forte come mai facesti
nel corso della tua vita spensierata
che vivesti donando amor
alle persone che ti circondano ancor.
 
Fai in modo che la tua Vita
sia ricca, serena e mai avvilita
e come un’alta marea sommerga
ogni tristezza e dispiacere terga.
 
l’Angeli custodi con noi sempre vivono
e la nostra Vita ogni momento condividono
aiutando il nostro destin a correre nella direzione
della felicità, con l’anima nostra in cooperazione.
 
Sappi di non esser sola, quindi, coraggio
e affronta del male il brigantaggio
colpendolo con forza in mezzo al petto,
sconfiggendolo col bene e con dispetto
ringrazieremo insieme l’Angioletto
che guarire t’ha fatto con affetto. 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Maurizio Vecchi*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 31-12-2011

Questo autore ha pubblicato 63 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Io e te 
come un
maglione di lana...
un continuo rammendo,
pungente,
che pizzica
ma che tiene caldo 
quando si fa coccolare...
Tu come
quando fa freddo,
 tu  come quando sono triste,
 come quando
voglio stare comoda,
avvolgente e 
morbido 
che energizza e ravviva , 
ma che a volte 
proprio come
un  caldo maglione di lana 
il primo giorno di sole
mi  mette via.......
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 810 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

L'amico è quello
che non ti abbandona
non ti dimentica
e non tradisce.
l'amico è una brava persona
che incontri per caso
ci scambi qualche parola
e poi ci bevi insieme
tra una risata
e una cantata.
l'amico...
Quello vero
lo riconosci quando manca
ricordi sempre l'ultima frase
che ha detto
prima di sparire
doveva fare un viaggio molto lungo
un viaggio senza ritorno.
Poi ogni tanto ci torni
in quel bar,
ma non è più lo stesso
manca quella vecchia canzone
che intonavate insieme...
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: RAFFAELLO CONCA*   Sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2019

Questo autore ha pubblicato 674 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Vorrei togliere quei pesi
dalla tua anima,
vederti finalmente decollare
verso il cielo infinito
della vita,
che il tuo sorriso tornasse
ancora più fresco di allora...
Vorrei che la pace con il tuo essere
fosse conquista graduale
proiettata con coraggio
verso il futuro.
Aiuti quotidiani,
fiumi di parole,
risate leggere e terapeutiche
è ciò che posso offrirti.
Molto altro ancora vorrei...
Fà che non mi manchi mai la forza
di camminare insieme a te.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Cry  

Questo autore ha pubblicato 10 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
SOLO PER TE
 
Forse tu non lo sai
Quanta strada
Ho  percorso
Per arrivare fino a qui
 
Migliaia di chilometri
Per arrivare fino a te
A te che sei per me
Molto di più di quel che sai
 
A te che sei per me
L’amica che mi starà sempre vicino
A te che mi hai dato la forza
Di cambiare la mia vita
 
A te che con solo sguardo
Riesci a capire i miei pensieri
Facendomi dimenticare
Tutto quanto il mio ieri
 
Solo per te
Va questa mia canzone
Raggiunge il tuo cuore
Per darti una grande emozione
 
Solo per te
Vanno queste mie parole
Per raccontarti di un’amicizia
Che non morirà mai
 
Che supererà gli ostacoli
Di questa vita così dura
E che del domani in fondo
Non ha più paura
 
Perché adesso ti ho raggiunta
E non ti lascio più
Perché adesso sei al mio fianco
Ed il mio passato non conta più
 
Solo per te
Va questa mia canzone
Raggiunge il tuo cuore
Per darti una grande emozione
 
Solo per te
Vanno queste mie parole
Per raccontarti di un’amicizia
Che non morirà mai
 
 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: DEPILUX  

Questo autore ha pubblicato 20 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Un legame indissolubile 
di inestimabile valore 
entrare dentro l’anima 
legati da un filo invisibile 
fidarsi l’una dell’altra 
esserci sempre 
come le stelle del cielo.
un legame stretto 
nessuno spezzerà mai
ci divide un oceano 
ma siamo sempre 
fianco a fianco
non esistono parole 
per descrivere 
questo straordinario legame
l'affetto.... il bene che ci lega 
si sente è palpabile 
ad ogni parola.... 
ad ogni segno
esserci sempre e comunque.


DEDICA PER LA MIA CARISSIMA AMICA  "GRAZIE DI ESISTERE"


1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 801 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.