Giorni d'autunno-
i rami riposano
sognando gemme

E' il danzare del tempo:
sole e pioggia sferzante


Weekend tra sole e pioggia un po' ovunque

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Manuele  

Questo autore ha pubblicato 27 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

pierrot*
+2 # pierrot* 09-10-2020 15:12
un bel movimento non la rende retorica.
Grazie
Kate
+2 # Kate 09-10-2020 17:59
Retorica no, ma un po' troppo "già sentito", probabilmente sì. Bel movimento, comunque, come osservava Pierrot.
Manuele
+2 # Manuele 09-10-2020 18:40
Grazie, pierrot e grazie Kate. Ho cercato di esprimere una sensazione seguendo le regole del Tanka e degli Haiku: "includere almeno una stagione" (autunno rami secchi, gemme attese - primavera), "evidenziare un contrasto nella seconda parte" (riposare-danza re). Il tutto rispettando il tema iniziale e la metrica imposta nell'ordine di "5-7-5-7-7" sillabe per verso. Lo stile delle altre numerose che ho letto sembra molto classico e "morbido" ... e a questo ho cercato di attenermi. Naturalmente io stavo pensando a tutt'altro mentre la scrivevo: a me e agli altri... ma questa forse è la cosa più scontata di tutte :D Grazie
pierrot*
+2 # pierrot* 09-10-2020 21:41
Sferzante alla fine tira su tutto. ..come la menta il cous cous..un bel gioco di bravura il tanka..si. a presto
Kate
+2 # Kate 10-10-2020 16:53
Grazie Manuele. Sì, sì, ovviamente non mi riferivo agli schemi tecnici, che hai adoperato irreprensibilme nte. Mah, non capisco sinceramente quel "ho cercato di attenermi". La poesia non è irreggimentazio ne, ma liberazione. Provaci, sono sicura che se inizi a scrivere come ti detta l'anima, se inizi a parlarci dell'autentico Manuele, ne leggeremo di bellissime. Naturalmente, questo pensiero è soltanto una mia modesta opinione. Buona Poesia
Manuele
+2 # Manuele 10-10-2020 19:24
Dichiarando Tanka nel titolo e nel genere non potevo andare molto oltre, almeno come primo esercizio di stile sul genere. Arte è spesso, spessissimo trasgressione dalle regole, prima però è bene conoscerle se vuoi infrangerle. Su questo sfondi una porta aperta quindi siamo d'accordo :) Per quanto riguarda l'uso della poesia per parlare di sè, del "vero me" devo dissentire, almeno in parte. A parte il fatto che sarebbe oltraggiosament e egocentrico, definire sè stessi è impossibile, a mio avviso. Se anche avessi la trascendente capacità di capirlo, non riuscirei di certo a esprimerlo con una poesia. Le mie poesie, per quel che valgono, possono essere considerate alla stregua di un bel minestrone e ci butto dentro un pò di tutto, un pò di me, un pò di "te", iperbole di sentimenti, ragionamenti, stile, metrica e o contrario di tutto quello che ho appena elencato. Il risultato è uno strano specchio che il lettore può usare a sua discrezione per leggere me, sè o il mondo. Io sento spesso l'urgenza di esprimermi e con i miei filtri che cambiano, volta per volta. E' una semplice istantanea di un momento, di un pensiero. Oh, poi magari tra un anno la penserò diversamente :) per ora è così. Grazie, mi hai fatto riflettere.
Kate
+2 # Kate 10-10-2020 19:31
No, sono stata fraintesa. Grazie a te. Saluti.
Silvana Montarello*
+1 # Silvana Montarello* 13-10-2020 09:24
Attendiamo le gemme...bravo

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.