Dischiudo le palpebre di primo mattino

annuso profondo il profumo del silenzio

che il sol canto degli uccelli ad interromperlo è

un raggio di luce partito dal sole

arriva sul petto a dirmi buongiorno.

 

Sereno mi sento e irrequieto al contempo

un giorno stupendo mi attende sicuro

c’è gia chi mi aspetta al solito posto

a dare al mio ego uno specchio riflesso

 

e nel prepararmi assaporo il momento

mi gusto ogni piccolo particolare

Come quando alle nozze ognuno si appresta

mi annodo il camuffo,  un po di colonia

e scendo a gran lena di giù per le scale.

 

son quasi arrivato , gia scorgo il profumo

che metti ogni dì al solito orario

un odore di fresco che dona respiro

mi attraversa fin dentro i miei miti pensieri

ed eccomi a te son giunto d'innanzi

il mio sguardo dal molo si posa su te

ed un pensiero felice all'orizzonte si perde.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: fulvio catanzaro  

Questo autore ha pubblicato 7 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.