Il vortice tira a sé il terzo pianeta 
e sotto un tripudio di stelle sanguinanti  
tardi comprendono le scimmie parlanti 
che le mani congiunte non espiano i  peccati. 

Gli abissi divengono specchi delle colpe 
inducendo il primo animale al suicidio 
e sulle pendici di un nuovo Golgota 
si innalzano ancora le croci dei martiri. 

Giustizia, toltasi la benda dagli occhi, 
annienta la legge fantoccio dei tribunali 
poi spalancatesi le vere porte 
sale sul trono il re del nulla piangente. 

Un cielo vermiglio trasmette le ultimi immagini, 
girotondi di scheletri infanti, 
voli di rondini sulle nuove torri di Babele, 
il ritorno del dio negato strisciante tra i rami. 

I profeti, umiliati dalle masse 
come Cassandra ai piedi dell’inganno, 
sono gli ultimi a chiudere gli occhi 
sul punto di universo che non seppe amare sé stesso. 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Walter  

Questo autore ha pubblicato 18 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.