Atomi di carta,

poesie parallele

fra lenzuola e lanterne,

rugiada d’attimi

stropiccia la quiete,

scrive d’amor un fior

canto di luce sulla pelle.

 

Un pomeriggio di stelle

barcolla nel silenzio

come grano di nuvola

fra i ciechi passi del tempo:

stringo fra le mani

il timido bacio del vento.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: rosa dei venti  

Questo autore ha pubblicato 731 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

StrayCat
+1 # StrayCat 14-11-2017 11:39
Una poesia sperimentale e concettuale,
che ha come protagonista,
proprio la poesia stessa.
Hai fatto fare introspezione
alla poesia.
Complimenti.
A presto.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.