La collina di pietre
sotto ai nudi piedi
scorre lenta ai miei passi,
fino alla croce.

Tintinnano rosari
sbattuti   dal   vento
sul grembo della statua
e tutto intorno
silenzi e pianti,
sorrisi di preghiere
e   sguardi   velati.
Il vuoto nell’anima
ruvida di peccatore
si   riempie   adesso
di   grande speranza
e mi scopro già,
in lacrime,
  uomo migliore.

Ecco, il miracolo.



 

 

 

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giordano Borelli  

Questo autore ha pubblicato 27 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.