Talvolta la geometria prende il sopravvento

risolve il quadrato con il pigreco inchiodandolo alla croce

agli stupidi non rimane che prenderne atto

acclamando e preferendo il barabba all’area del cerchio

 

si risolve con un colpo di mano, gli americani, la Cia, i fornitori di menta fresca

tirano un respiro di sollievo nel vedere trafitti i due al posto degli Assi

che scendano aliti puliti e cravatte  a rovistare tra le carte

il giornale lo nega ma è stato trafugato il documento ufficiale del decesso

 

Gesù salirà ancora sul patibolo

una legge obbliga i calendari a rispettare le tradizioni

meglio un Allende morto che…

 

così piegano la schiena al legno

obbligano a sopportare il peso della quaresima ripetendola

ed in tutto questo rovesciarsi di lava in un cratere

 la luce

appare smontata a dovere

 

è l’ora che si faccia un passo indietro

qualcosa di strano dev’essere accaduto al gallo che delira in terrazzo

una teologia non si appende ad un chiodo

c’è di mezzo l’inerzia del moto

in un passaggio di responsabilità territoriale

un sospiro sulla sorte delle galassie

 

troppa angoscia non è sopportabile anche se l’attore è Caifa in persona

gli anni lo declineranno, i nomi sono destinati a cambiare 

gli attorucoli avranno la loro particina

svegliandosi all’alba non è detto che si ascolti il canto tre volte

 

Passerà anche questa ora terza, nei vicoli, nelle strade l’entropia

fermerà la sua Babele ad una freccia scoccata:

meglio un protone morto che un fotone a germinare il nulla.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: fintipa2  

Questo autore ha pubblicato 109 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Frida
+1 # Frida 01-04-2018 23:39
Il sacro che diventa profano di potere e assetato di crudeltà. L'attuale che diventa parole poetica...o viceversa.
Sabyr
+1 # Sabyr 03-04-2018 10:48
Sei sempre molto particolare e ti fai notare. Diciamo che non lasci indifferenti, ovviamente neanche stavolta... Io ci vedo un sacro ferito in queste tua parole....
cordaccia*
+1 # cordaccia* 03-04-2018 23:43
è vero,c'é sempre un estremo bisogno di mitizzare ,sentirsi parte dei culti per non sentirsi in debito con la nostra coscienza. E restiamo ammaliati dalle

voci dei Nembrot di turno.

Sempre bravo,ciao :)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.