Rivivono cieli d'alta e tarda stagione d'arcobaleno il volo

di petali sipario

di dei altare e pace

come bandiere allo stendersi in vento

drappi in balconi e vetri

tele su stendardi a morte.

Sbiancano rime e con esse il sinistro credo

che porta nome di corpi in mare -chele tese-

Un aggrappo ai perchè d'occhio spento

cuore sospeso

frasi senza aureo schiudersi di cuore

e

e che almeno questo quadro distolga scempio.



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aita Carla  

Questo autore ha pubblicato 220 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.