E' Natale senza te

un Natale senza luce

senza gioia dentro il cuor.

E cammino tormentata

il dolore mi accompagna

non mi accorgo della corsa

dei regali

nè vetrine illuminate

sarà triste caro padre

non vedere più quel viso

che mi amava senza fine

sarà triste il santo giorno

la tua foto però sta li

e ti guardo

ma le  lacrime

poi scendono.

E' Natale senza te.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Rosella  

Questo autore ha pubblicato 460 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Mi sentivo piccola
sommersa dalla vita
nella mia prima casa

non pensavo
che a quando sarei stata grande
per essere da sola nella spiaggia.

Tutto era immenso normale
nella mia prima barca
forse perché dal mio tenero padre guidata.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Maria Rosa Cugudda  

Questo autore ha pubblicato 106 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Il nonno, autistico
chiuso nella vigna
mirava, occhi a punta
le nostre scorrerie sui grappoli
- al merlo, al merlo!
voliamo in fretta...
 
Non una parola, contro...
piuttosto pallottole di “mascalzoni!”
lanciate col silenziatore
 
La trappola del nonno
il sembrare paletto fisso
sotto la pergola
zitto zitto, rinsecchito
nei suoi settant’anni
- stavolta ci prende, volpino scaltro!
 
La sera - ignorato il misfatto -
tranquillo un po’ confuso
farfugliava il suo mondo
- la zuppa bollita
il bicchiere color rubino



*la terra, i nonni...l'uva, le corse (vacanze d'infanzia)
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitrice del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 700 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Madre, 
la tua vecchiezza
fragile e nobile
allo sguardo m'appare,

la strige il tempo
nell'aria si respira
d'amore l'assenza ...



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Maria Rosa Cugudda  

Questo autore ha pubblicato 106 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Tu figlio
vivilo adesso
che il suo cuore batte
ascolta le poche parole
che ancora può dire
non perdere il tempo
che freddamente
scivola tra le tue mani.
Tu figlio
ruba le ore al cielo
per raccogliere
un suo sorriso
e non ti pentire
di non aver ascoltato
il suo ultimo respiro.
La stanchezza di un cuore
non aspetta un'altra alba
allora per te ci sarà
solo un triste tramonto.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Rosella  

Questo autore ha pubblicato 460 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Padre
questa sera ho letto
la stanchezza nel tuo cuore
un pensiero triste
era dentro me.
Padre quanto vorrei
saperti felice
dei giorni che verranno
e non leggere
questa tristezza
muta di parole.
Nessuno vede
che il tuo cuore è stanco
e le tue mani han vissuto
tutte le stagioni
e che tu vorresti
guardare il sole con la luna
senza impedimento.
Ma tu padre lo sai
che è solo disperato desiderio
di un cuore stanco.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Rosella  

Questo autore ha pubblicato 460 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Questa sera sono triste
vorrei parlare alla luna di te
raccontare di un padre
che ha speso la sua vita
nell'attesa di un gesto
colmo d'amore.
Vorrei fermare il tempo
per tenerti stretto
regalarti un cielo azzurro
solo per te.
Leggere in quegli occhi
accenno di felicità
mentre con gli occhi lucidi
ascolto i racconti
della tua gioventù.
Questa sera fermerò il tempo
parlerò alle stelle 
e un desiderio esprimerò
"tu padre dovrai brillare sempre per me".
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Rosella  

Questo autore ha pubblicato 460 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Adesso la notte
si posa dolcemente
su quegli occhi
che per me sono vita,
mentre di nascosto
rubo una carezza
alla luna
sfiorandoti!


 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Rosella  

Questo autore ha pubblicato 460 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Figlio non leggi
la stanchezza del cuore
e la luce riflessa
in quegli occhi di madre?
Se ti soffermi solo un istante
puoi vedere le tue primavere
nei suoi occhi e ogni alba
del tuo giorno.
Un giorno forse lontano
leggerai nei versi di poesia
che tu eri per lei
 il respiro del giorno
e vita della sua vita,
che ogni parola
senza amore
la faceva morire
per poi rinascere
nel tuo sole.
Allora vorrai fermare il tempo
andare indietro per entrare
in quegli occhi di madre
regalare quel sorriso
tanto desiderato.
Mah figlio!
Come vedi
è arrivato l'inverno
il sole si è spento
c'era tanta stanchezza
nel cuore di madre!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Rosella  

Questo autore ha pubblicato 460 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.




E' fresca la notte,

si sente una leggera brezza,

il mare è calmo...

mio figlio pesca,

per modo di dire...

i pesci son furbi,

mangiano
ma non abboccano,

io lo osservo

tutto convinto,

non fa che mettere vermi all'amo,

io me la rido...

è molto rilassante

stare a guardare,

mammaaaaa... ho preso un pesce!!!

pesce?

e lo chiami pesce

quell'esserino così piccolino?

ma...non voglio deluderlo,

il prossimo sarà più grandicello,

è meglio se stò zitta

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Paola Pittalis  

Questo autore ha pubblicato 241 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Respiro sangue, al tuo ricordo,
inondando di passi i pensieri
gelidi, distesi a spregio dell’età,
sulla pelle, del cuore.
E con il fascino, si smarrisce,
l’ombra fievole della ragione,
divenendo luce, sotto il peso dei ricordi,
dei tuoi ricordi.
Vivo Il tuo riflesso, nello specchio
poiché ti assomiglio e indigente
del tuo amor senza veleno,
libero la voglia di pianto,
abbracciato ai tuoi semi.


 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: CALOGERO PETTINEO  

Questo autore ha pubblicato 329 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Il mio cuore è pieno di amarezza,
e solo a te apre le porte,
una angoscia mi assale,
e tristi pensieri offuscano la mente,
poi guardo in alto
e penso che lassù qualcuno mi ama
e non vuole tutto questo.

Siamo stati creati per amore
ma dov’è l’amore quando si fa violenza,
anime innocenti chiedono giustizia,
Chi ha fede e crede in un essere Divino
non dubita che giustizia ci sarà.

Non abbiamo bisogno di tante parole,
guardiamoci negli occhi e diamoci la mano,
passerà questa tristezza e il cuore ferito
troverà qualcuno che lo consolerà.

L’anima ferita non ha bisogno di belle parole,
vuole solo trovar pace nel rispetto e nel decoro.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: [email protected]  

Questo autore ha pubblicato 67 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Mamma 
è la tua festa
si sente nell'aria
il profumo di te.
Voglio regalarti
quel pezzo di cielo
dove l'azzurro
è più intenso.
Mamma parola
di grandezza infinita
come quel mare
immenso e come
quegli occhi
di luce riflessa.
E' una sola parola
Si!
Mamma!
Ma basta a toccare
le pieghe del mio cuore.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Rosella  

Questo autore ha pubblicato 460 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Padre
con quale forza affronti questo mare
con quelle braccia fragili
e quegli occhi incavati dal dolore.
Tu dimmi come fai
ad affrontare l’orizzonte
con la speranza che s’incurva
e s’infrange tra gli scogli.
Io con questa mia caravella
di color corallo
e questa forza da leone
si che arpiono il vento
ma mi tengo saldo alla mia vela
mentre affogo nell’ombra di una madre.
Io annaspo tra le spume
nel desiderio di un sogno d’ avverare
e gemo a volte come uno scemo
con il mento appoggiato
sul bordo del vascello
e l’occhio spento a scandagliare il fondo.
Padre
dimmi tu come fai
io mi perdo giornalmente nell’incongruenza
nella speranza di non morire
prima di aver bevuto tutto questo mare
e di cullarmi tra le onde
di questo meraviglioso sole.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo  

Questo autore ha pubblicato 264 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Se non c'eri 
ti avrei inventato
avrei dipinto
il tuo viso
stampato 
quel dolce sorriso.
Che cosa sei per me?
Il dono più grande
che mi fa guardare
prati verdi
l'azzurro intenso
del cielo
la bellezza infinita 
del mare.
Sei immensa gioia
che scaccia
la malinconia
di una giornata buia
la dolce fata
che fa tornare il sorriso
sulle mie labbra.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Tiziana Rosella  

Questo autore ha pubblicato 460 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.