Siamo esuli e a flotte arriviamo
d’altrove confine, di chissà
qual remota dimensione
omessa alla memoria.
Stanziali di passaggio
racchiusi in adattati scafandri
che all’esodo abbandoneremo,
per emigrar, forse, là
da dove fummo a partire.
Saremo noi stessi all’approdo,
denudati da brillii di estasi
e macchie di fango, rivestiti
di cotanta speme…

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Vincenzo Patierno  

Questo autore ha pubblicato 12 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 12-02-2020 09:49
Bellissima questa tua complimenti.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.