Delle formiche
attratte dal calore
nere come la terra
di notti apolidi
monadi di certezze
vedo senza paure,
mentre la febbre
dalla ferita gioia
esonda. La natura
non fugge privazioni
intanto crea
e ripara, obbedisce
alla linfa che sale
e prega il sole,
è il ramo abbottonato
che gode del fiorire
se tutti gli altri sono vivi.



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 686 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Kate
+2 # Kate 25-03-2020 13:36
Immensa!!!
Simone
+2 # Simone 26-03-2020 06:53
...un capolavoro dell' anima
Rita ...un saluto
Silvana Montarello*
+1 # Silvana Montarello* 27-03-2020 17:05
Stupenda una grande perla complimenti.
marco cinque
+1 # marco cinque 28-03-2020 15:40
un giardino di ispirazione animista, che si risveglia in quella che molti popoli amerindi chiamano "la stagione della rigenerazione". .. trovare formiche piuttosto che stereotipate rondini & gabbiani in una poesia, confesso che è una sorpresa e una gioia. Molto piaciuta, grazie
Rita Stanzione*
+1 # Rita Stanzione* 28-03-2020 19:35
Ringrazio di cuore e un saluto esteso all'intero Club
Alberto Automa*
# Alberto Automa* 28-03-2020 20:28
...i tuoi, i miei, adorati insetti... ...come sempre un'emozione leggerti...
un caro saluto...

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.