Generosa mia Regina
all’attacco in verticale,
stai attenta, stai coperta,
fatti scudo del cavallo
e l’alfiere buontempone,
non lo puoi portare in giro
senza l’umile pedone.

Il re nero si è arroccato
e non vuol comunicare
non si sarà mica offeso,
del continuo tuo attaccare.

Certo onesta mia Regina
hai già fatto capolino
e gridato marameo;
il Re nero indisponente
la sua guardia in prima linea,
scellerato ha comandato,
senza tanto preoccuparsi,
anzi un sigaro cubano,
incurante degli eventi
con gran foga ha divorato.

Ma il re nero all’improvviso,
si è trovato a mal parata
e tu audace mia Regina
hai sconfitto le sue guardie,
col cavallo e con l’alfiere
ed un umile pedone
a quel Re che prepotente
si credeva un Re leone,
senza spada, sguardianato,
ha dovuto or già abdicare,
mentre amata mia Regina,
col sorriso scintillante,
sei arrivata qui impetuosa,
scacco matto irriverente,
hai spazzato via il re nero
con la forza della mente.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aug94  

Questo autore ha pubblicato 42 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.