Ridenti nel piazzale,
scolari colorati,
dal sole son baciati,
mentre stanno a giocar.

Poggiate al davanzale,
guardano le maestre,
s’aprono le finestre,
per far la luce entrar.

Un vecchio col giornale,
sbirciando di soppiatto,
nascosto quatto quatto,
timido sta a guardar.

E in fondo al lungo viale,
una giovane mamma,
canta la ninna nanna,
al figlio da cullar.

Gli alunni nel piazzale,
finita è ricreazione,
riprende la lezione,
non vogliono ascoltar.

La fame ora li assale,
è quasi mezzogiorno,
dalle cucine intorno,
profumo di mangiar.

Poi un suono celestiale,
vibra la campanella,
già al braccio han la cartella,
lesti stanno a scappar.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aug94  

Questo autore ha pubblicato 42 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ambra PILTI
# Ambra PILTI 20-12-2020 19:52
Bellissima fotografia, un ritmo dei versi che rende questa lirica leggera e scorrevole.
Complimenti, un caro saluto.
Aug94
# Aug94 21-12-2020 07:24
Ciao Ambra grazie mille per la tua visita. 8)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.