Ho vissuto per anni,
nell’immensità dell’imbrunire.

Ed ora. 
Ora, ora che il fuoco
si è spento.
Svolazza la cenere,
fa le fusa con il vento.
Rimane 
l’incommensurabilità 
dello scorrere del tempo.
D’un tempo ormai vano.
D’un tempo,
che scorre a stento.
Che scompare lento.
Colmerò lo sgomento.
Lo farò piangendo, 
piangendo a rilento.
Per rivivere,
rivivere il momento.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ruben Londero  

Questo autore ha pubblicato 53 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Manuele*
+1 # Manuele* 01-03-2021 13:37
Ci si aggrappa a tutto, anche al dolore di un ricordo, pur di mantenerlo vivo, in una qualche forma di pensiero..
Ruben Londero
# Ruben Londero 01-03-2021 23:32
Grazie molte, Manuele. Buona poesia!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.