Raggio di sole,
che il mondo tieni acceso,
perché ti venga attorno,
riscalda l'inverno
di chi amore volge
a chi amore cerca.

Raggio di luna
che ti tuffi nel mare
con la tua bocca di sete,
bagna di sale
Il pane della povera gente,
perché abbiano sapore
le loro lacrime innocenti.

Animo sensibile,
rapace di versi
e portatore di sogni,
che la poesia cerchi e trovi,
ovunque essa sia,
ricama di nuova bellezza
ciò che il tempo arruginisce
ma non cancella,
affinché i baci
non abbiano labbra screpolate,
le carezze
non abbiano mani secche
e le parole
non abbiano voce fioca.

Crepuscolo mattutino
che sciogli i nodi
ai pensieri del sonno,
lascia intrecciati i fili del passato,
così che oggi sia madre
di un vergine domani.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ardoval  

Questo autore ha pubblicato 11 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Giò*
# Giò* 20-03-2021 18:41
Un escursus di emozionanti desideri dell'anima.
Si dice che la poesia salva, forse è ciò che desideriamo tutti
quando cerchiamo versi per ricamare "cose arruginite" dagli eventi e dal tempo che passando cambia tutto.
Veramente bella e sentita.
Ciao...^.^

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.