Usiamo male la terra,

disonoriamo l'aria espirando fiato inquinato,

i mari son diventati d'acqua e di carta

dov'è quel profumo di onde

che sugli scogli s'infrangono?

Si sente ancora l'effluvio di sottobosco

lungo il passeggiare per le colline,

sentore di funghi che riportano

al sapore di un buon risotto

che risveglia i palati di plastica insaporiti

Tristezza stringe il cuore,

godere più non si può di ancestrali sapori,

insieme ad altrettanti ancestrali valori.

Finita è l'ubbidienza dei figli ai padri,

dell'amor vero tra coniugi giuratosi

davanti a Dio...

E l'immoralità straborda ingombrando

di ogni età i cuori,

il rispetto per i canuti capelli,

simbolo di saggezza , riempe le strutture

e ripulisce le tasche.

Non mi piace questo mondo

il cuore lacrima, la mente confonde

un di' nemmeno tanto lontano

un sorriso era un dono prezioso

un abbraccio un regalo raro

E mi rivolgo a Dio, solo Lui saprà

risolvere tutto sto' marasma

a mani giunte chiedo di cancellar

tutta stà sporcizia, rendere la terra

linda e pulita come un tavolo pronto al desinare...

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Cristina Biga*  

Questo autore ha pubblicato 499 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Linea fragile di un fremito
ricominciare a vedere l'Alba
di un destino sbagliato.
Cadere nella rabbia
ingoiare delusioni.
Vivere con la paura
che il ramo si rompa
e la certezza
di non aver imparato a volare.
Ospite in questo mondo lontano
inconsapevole tenti di reagire
nella pace che svanisce
o forse non è mai esistita.
Si spezza
la luce nel mondo.
L'immagine può contenere: persone in piedi, oceano, cielo, spazio all'aperto e natura
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 755 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'immagine può contenere: spazio all'aperto
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 769 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sopravvissuti 
a questa epidemia, 
solo noi, qui sperduti. 

Dimenticata la città, 
si riscopre una vita 
agreste, più difficile
ma più vera. 

Solo noi, con il cuore
gonfio di tristezza, 
ma pronti a ricominciare, 
lontano da luoghi 
di cemento, smog, 
barriere...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 107 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Ormeggio i miei pensieri
ai rami della Quercia
in quell'angolo di cielo
sempre a me più caro.
Dove migrano una ad una
le diverse stagioni. 
Che vestono e nascondono
e svestono e mostrano
e tutto poi, cambiano.
Solo i pensieri, tutti
sembrano rimanere
e s'adergono dai rami,
solitari, come fiori.
Mentre si allungano
lentamente...
le ombre della sera.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Loris Marcato  

Questo autore ha pubblicato 162 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Piange lacrime bianche

la magnolia nel giardino.

Si specchia su di un petalo

il laghetto, e si specchia

ladro di frammenti di tempo altrui

e sguardi l’artista nel vino.

Ruba pezzi di conversazioni sentite,

verseggiando senza eguali

come un attore che va via dalla scena

e voltandosi lascia un sorriso...

Le gemme della magnolia sono pronte.

Così lui, ad arrossire dietro gli occhiali.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 469 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Pasqua Santa, Pasqua nel cuore,
sei venerata con tanto amore,
in Chiesa o fuori sei benedetta,
che la pandemia sia maledetta!

 Duemilaventi, anno bisestile,
cosa ci hai portato nel barile?
Avevam bisogno di abbondanza,
invece ci attacchi alla speranza!

 Paura, distruzione e morte
non sono cose legate alla sorte,
non sono cose volute da Dio,
tantomeno da un parente mio!

 Tutti a casa ma Pasqua è con noi,
non saremo cibo per avvoltoi,
forse qualcuno ci vuole punire,
forse ha paura, ci vuole arrostire!

 Chi si sente grande e siede sul trono,
prima o poi finirà in abbandono,
onore e gloria alle sue cose buone,
ma sdegno e fango alla sua aberrazione!

 Buona Pasqua anche se da lontano,
vi giunga con affetto e una stretta di mano,
anche se soltanto con un’icona,
Dio, son certo, non ci abbandona!

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giò For  

Questo autore ha pubblicato 63 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

M  
           A
                  L
                       E
                             V
                                  O
                                          L
                                                   M
                                                           E 
                                                                N
                                                                         T 
                                                                                E

I  FURBI 

                                 DI


                    POCA
                                       
MENTE

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Libero  

Questo autore ha pubblicato 80 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Tante emozioni,
frammenti di paure, 
di gioie, di dolori, 
si riversano su fogli:
un coro di parole 
che da dentro 
spuntano fuori. 

Noi tutti insieme 
ci aiutiamo con 
la penna, uniti dentro
e fuori in questo triste
momento....
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 107 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.



Un'ombrosa potenza sostava

nell'inginocchiata città

in un tempo funesto.

Cavalcando nuvole

impregnate d'un invisibile

e insidioso male

al suono di trombe inascoltate

mieteva vittime.

Separati amori

nell'incerto destino

sotto un giogo assassino

supplicarono clemenza.

I popoli espiarono

l'irrispettoso superbo disegno

d'un mondo dominato d'alleanze

lontane dai disegni dell'ALTISSIMO,

frantumate come vasi d'argilla.

Grandi mutamenti decimarono generazioni

mentre un uomo solo pregava

in una piazza vuota

concedendo indulgenza plenaria

a milioni di anime nel mondo.   

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: genoveffa frau  

Questo autore ha pubblicato 99 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Ah se Cristo tornasse,
e vedesse anna` n'chiesa
Tanti che doppo ave` scambiato
er segno de la pace e fatto proprio
er corpo suo , sputano addosso
a chicchessia
Perché nun j'arissomia
o che poraccio
nun parla come lui
E poi voi mette ?
chissà da 'ndo ne vie`.
Cristo ma c'hanno capito de quello c'hai insegnato?
Cristo ma t'hanno visto bene?
Tu vieni da lontano e manco j'assomii
Biondo nun me sembri
Italiano manco e men che meno
sai parla` romano o che né so
veneto lombardo o siciliano
Cristo Gesù, perché nun torni?
Vie`a di du cose
a sti  poveri de core,
a di che quello c'hai spiegato
è stato arivortato
da chi se batte er petto
ma per fratello suo nun c'ha
  amore ne rispetto.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 105 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Notti diverse,
 insonni:
 da finestre aperte
 scrutare le stelle 
 tra cielo e collina,  
 cercare scie di speranza 
 lontano dal dolore, 
 dal male.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 107 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

L'immagine può contenere: fiore

Quando ci siamo svegliati                                                                                           

il mondo non era più lo stesso                                                               
ci si guardava in maniera schiva                                                                                                                                                   
come se avessimo ognuno di noi                                                                                                                                                  
la peste.                                                                                                                                                                                 

C'era una sola nota positiva                                                                                                                                             
l’aria era più pulita                                                                                                                                                                             
e sapeva veramente di primavera.                                                                                                                                             
Nel viale non c'era quasi più nessuno                                                                                                                                                
quei terribili rumori di motori                                                                                                                                     
accompagnati da bestemmie di impazienza                                                                                                                            
erano finiti come dissolti nel nulla.                                                                                                                                          

Non si era mai visto un mondo così                                                                                                                                            
forse nemmeno ai tempi delle terribili guerre                                                                                                                     
inventate da noi esseri umani                                                                                                                                                                  
per inutili ricchezze                                                                                                                                                                                  
o per far sapere di essere i più forti.                                                                                                                                   

Arriverà quel giorno che ci riaddormenteremo                                                                                                                                                   
e quando ci risveglierà un nuovo sole    
l’incubo sarà finito                                                                                                                                                                         
spero con tutto il cuore                                                                                                                                                                     
che tutti quanti noi capiremo                                                                                                                                                           
il valore di un abbraccio, dell’amore,                                                                                                                               
di come è così bello questo nostro spazio infinito.                                                                                                                                 

La bellezza della vita è  un dono prezioso                                                                                                                                                  è un albero fiorito che non muore di dolore                                                                                                                                          
un fiume d’acqua pura dove possiamo sempre dissetarci                                                                                                      
senza avere paura.
 



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: conca raffaello   Sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2019

Questo autore ha pubblicato 638 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Io voglio di più...
e non me ne fotte se la parola "Voglio"
esiste solo nel "giardino del re".
Nel mio giardino non c'è,
perché io non ho un giardino,
ma voglio anche quello.
E voglio pure il cielo ed il mare.

Io voglio di più...
per me stessa, per la mia vita, per questi occhi
che molto hanno guardato e, nulla hanno visto.
Voglio di più dalle mie poesie,
che forse andranno oltre il mio trapasso,
viaggiando insieme al nome mio.

Io voglio di più... più silenzio, più stelle da fissare,
più emozioni, più libri da leggere, musica da ascoltare,
canzoni da cantare e giorni da vivere.
Voglio più cani d'accarezzare e,
più bambini con cui giocare

Io voglio di più.
Dai miei sorrisi...  esigo l'eterno,
dalle mie lacrime... che esca fuori l'inferno.
E voglio che non finisca in fretta questo inchiostro...
che mi dia, almeno il tempo di aggiungere un accento,
un apostrofo... o almeno solo una virgola.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 225 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Si riescono a scrivere
più cose di quante
se ne riescono a dire
ad alta voce,
per non ricevere giudizi
fatti con disprezzo.
Si riesce più a leggere
che ascoltare blateri inutili,
lasciando così...
il tutto, nella noncuranza,
restandone fuori.
Ma se pur indifferenti...
non si resta mai illesi.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 225 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.