(Domitilla e Cornelia)


“ Sono  molto indignata Lia, indignata e affranta”

“ perché Tilla”

“ perché  poter vivere  è diventata una decisione degli altri , ma io dico abbiamo o no il diritto di essere curati fino all’ultimo respiro , abbiamo il diritto di morire per mano del Signore o secondo la nostra  volontà, abbiamo diritto di avere sostegni vitali, consulti e pareri medici  , trasferimenti in altri presidi , avere speranze , un miracolo , sostenere la famiglia che già  soffre e lotta per  la persona che  è nata con una terribile patologia o troviamo molto facile sopprimerla perché incurabile ?”

“ Tilla, credo  siamo tutti a rischio e che la vita è un dono troppo importante da difendere ”

“ Lia , da ora in poi avremo paura di mettere al mondo dei figli, perché nella malaugurata sorte qualcuno può decidere al posto nostro se farla vivere o no!”

“Tutto ciò è terribile “

“ vero Lia , terribile .”

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 922 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.