Non un colle, non un monte
Un' aria di morte sublime
Lunga e spessa
Spezza l'unghia del cielo
Che taglia l'orizzonte

Il mare si staglia, eco
In universi quieti
Verso cui non c'è tempo
E le vele si dissolvono
Nella cecità del sole
Tra mostruosi spermaceti
E isole di nulla e terrore

C'è qualcosa come il mare
C'è qualcosa o forse no
Nell'ignoto orizzonte
Che la ragione porta via
C'è qualcosa in quel puntino
O qualunque cosa sia

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ealain  

Questo autore ha pubblicato 41 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

genoveffa frau*
# genoveffa frau* 19-02-2022 12:19
Qualunque cosa sia in quell'ignoto ci fa riflettere!
Buona giornata, Genè!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.