Un fiato fumoso
Di calore polmonare sfuma
Nell'elettrica tensione
Dell'inserto del cavo della televisione
Sento il freddo colore neon
Colare dai palazzi piovosi

Poltrendo mi spengo
Da me non s'innesta pulsazione
L'inverno mi ha già penetrato le ossa
Così tronfie di pioggia
Mi fa svenire la testa
E allora nulla da sognare resterà
Nella stretta scivolosa città 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ealain  

Questo autore ha pubblicato 47 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

genoveffa frau*
# genoveffa frau* 03-07-2022 10:39
La città può divenire una gabbia amorfa dove tutto diviene apatia, anche i sogni si allontanano spegnendosi,
molto bella!
Enrico Barigazzi
# Enrico Barigazzi 04-07-2022 11:30
Molto bella, meglio i vecchi borghi che le città. Piaciuta molto.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.