E poso il cuor mio

su equinozi d’autunno,

su ellissi di luna

sfamate dal petto del silenzio.

Cenerò con apostrofi d’orizzonte,

l’anima s’ama di te

nel ritratto scaleno

del mio eterno divenire

e tu, addizione d’addio

inciso in curve di riverberi,

spoglia la pioggia dei miei sguardi

come acquerelli di Monet

e non c’è battito di parafrasi

sulle lavagne del tuo eco

e non c’è il graffio del tuo tempo

su questo esercizio di cielo.

L’anima s’ama di te

sui palcoscenici del pensiero.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: rosa dei venti  

Questo autore ha pubblicato 757 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Aug94
+1 # Aug94 07-09-2022 11:32
Molto bella, mi piacciono questi "Apostrofi d'orizzonte e cena" :-)
poesie profonde*
+1 # poesie profonde* 07-09-2022 14:56
Apostrofi di vita nel cielo, con un lampo di luce dipinto. Cosi la interpreto. Comunque, molto piaciuta
rosa dei venti
# rosa dei venti 08-09-2022 07:52
Grazie di cuore poeti, lieta che il testo sia stato di vostro gradimento :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.