images.jpg
Fanciulli, giovani, uomini, donne
che guardavate con stupore
attraverso i vostri cuori nudi e disarmati
le bellezze che la terra elargiva
ed il cielo benediva
essendo inconsapevoli
che mani rozze
e cuori di pietra
spargessero seme avvelenato
atto a sopraffare refoli di fiato
scatenando un'ecatombe tempestosa
coniugata col buio della morte
che polvere e fumo acre generò.

Da questa oscura cavità di ossa
[a futura memoria]

ancora oggi s'elevano respiri innocenti
di coloro che furono cenere
dispersa nel vento.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Grace D  

Questo autore ha pubblicato 227 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
+1 # Silvana Montarello* 31-01-2018 18:26
Poesia molto commovente, per non dimenticare, brava ciao.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.