Stamattina

fra la gente indaffarata

ho visto un barbone.

Dalla sua casa angusta

di cielo il tetto

fasciato di stracci e di cartoni

mi hanno guardato

due occhi gonfi e umidi

Ho pensato

al gelo della notte

ma tra le rughe

e secoli di barba

al riverbero di un raggio

c’era una goccia rappresa.

Era di pianto.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 72 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

barbara tascone
# barbara tascone 16-02-2021 18:09
Commuove questa poesia...dall'i nizio alla fine!Compliment i Antonio

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.