Unica certezza
la penombra che scivola
sembra di condividere
lo stelo con il fiore del muschio
soffice tutto quanto si allinea al respiro
un pertugio di spigoli
e più ampio resiste
il cerchio da compiersi ai sensi
ai sogni a soggetto
dopo occhi vivi prestati alla luna,
a viaggiare sui bordi mi cadranno
battiti di ciglia stupiti
da occupare lo spazio pendolare.
Quel giorno a Parigi mi porti
a vedere un abito nuovo della bellezza
alle spalle vuoti di forma
essendo soli - ovvero
con una piccola valigia
migrati da due memorie, e un filo.








Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitrice del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 766 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.