Potessi veder nascere una stella

e starle a fianco mentre la quiete

le dà il privilegio di brillare

qual étoile al centro della scena!


E poi seguirla in quel girovagare

negli ampi spazi ove orbitando va

a primeggiare su altri mille astri,

guardiano io della sua libertà.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Aurelio Zucchi*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-03-2020

Questo autore ha pubblicato 302 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Fu in una notte stellata e fredda che guardai con una certa superbia le lastre di cielo nero e imposi ai cani di tacere. Ed essi tacquero.
Fu in una notte come quella che guardai con una cera tenerezza gli occhi del gufo davanti a me e gli dissi di una casa ferita dall'ego e distesa dal fetore di arance che gocciolava dalle mie mani. Il gufo non ebbe paura. Le tazzine tintinnarono. La caffettiera sobbollì. 
Aspettai con ansia di chiamarti nella notte fonda.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Laura Bocci  

Questo autore ha pubblicato 1 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Farò l'amore con le note del tuo cuore,perché tu,"me lu scippasti ù core!"
Quel giorno che d'inganno t'avvicinasti invadente come un malandrino quasi prepotente,abbagliato dicesti dallo splendore dei miei occhi,ti ci tuffasti dentro senza chiedermi permesso...e fu allora"ca mi scippasti ù core"perdendomi in un turbinìo d'indescrivibili emozioni d'amore a prima vista che vorace ora come allora mi spoglia l'anima.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Pietrina  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Come la famosa canzone, 
oggi 29 settembre, 
sono seduta in 
un bar ma non 
penso a te. 

Penso agli amori 
sbagliati, agli errori
che si fanno e 
che a volte si possono
rimediare. 

Un altro mese
che se ne va 
mentre l'autunno
diventa più intenso,
con folate di vento
che sollevano foglie, 
capelli,
ricordano
la nostra fragilità.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Morgana  

Questo autore ha pubblicato 157 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Dormiente e dimenticata, ieri...
riposavo nell'oblio dei miei sensi.
Riscoperta con enfasi, oggi...
s'è acceso il desiderio di possederti.

Bramo dentro alle urla di gemiti,
eccitate per la volontà d'averti
tra le mani e dentro al cuore...
che si adagia sul tuo giaciglio.

Sfioro, adesso, con le morbide labbra,
un'involontaria lacrima straziata,
che leviga la pelle già arsa
di un viso tormentato e sopraffatto.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 282 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

neve è un passo azzardato
che sfida la purezza
con la caduta a denti stretti

dove tu dormi
il silenzio gonfia le vele
di ombre violente
che fanno da eco all’assenza

rimani felice
aggrappato all’impatto
delle nostre allegrie

la solitudine è solo un altro salto
un alito invernale
la condanna di chi osserva il cielo
per sostenerne lo sguardo.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Kate  

Questo autore ha pubblicato 19 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
"Il mio amore non fa rumore...
resta in piedi quando tutto si siede,
quieto tace come l'acqua in attesa di onde.
Il mio amore non fa rumore...
è nelle toppe incollate su strappi di giornate sbagliate,
in cerca di parole che non si consumino con il tempo .
Il mio amore non fa rumore...
non si perde dietro paure e non si arrende davanti a sconfitte, è un raggio della ruota che gira anche quando il freno morde.
Il mio amore non fa rumore...
quando bussa alle porte serrate dal gelo, attende in silenzio senza tremare".
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Carlo P.  

Questo autore ha pubblicato 27 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quel campo di grano fu culla pungente d'amore. Amanti oppiati dallo strofinìo dei papaveri in fiore, sui corpi bagnati essenze d'umore, mormorii germogli nel cuore che d'impeto aprivan radici d'unanime ardore... ma
inconsapevoli figli d'un destino crudele. Troppo presto, la morte... l'anima spogliò del suo candore e lesto il dolore assottigliò come puntali di cristallo le lacrime trafiggendone il cuore. Lancinante... "restare", sola a sgranare i sogni racchiusi nei sottili involucri dorati,sentimenti, soffocati dal respiro che ti dava la vita.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Pietrina  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

E che dire

dell’albero

quando

l’autunno

lo spoglia

vestendolo

di cielo

e del pensiero

di regalare

scorci

di ricami

agli occhi

che in alto

guardano

dalla cornice

dei suoi rami.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Antonio Girardi  

Questo autore ha pubblicato 28 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non credo alle coppie che stanno bene, vanno d'accordo. Credo a quelle coppie che ogni tanto maledicono il giorno in cui si sono incontrati, a quelle coppie che ogni tanto dicono di odiarsi e magari si odiano davvero a volte, a quelle coppie che hanno sempre paura di perdersi, credo  a quelle coppie che quando fanno pace si sentono più unite di prima. (Fabio Volo)
lo spero




lucciola dai piccoli fremiti

la notte ha gli occhi vili delle erbe spontanee

tra i campi inesplosi di nigella

nella pianura subito sotto la montagna

vive ogni giorno

un amore

si riconosce nelle parole belle

mentre ancora aspetta

le chiavi del fiume

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: pierrot*   Sostenitrice del Club Poetico dal 13-08-2020

Questo autore ha pubblicato 25 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

 Ecco

il fiore nero

(quello del male)

che si accompagna

col trionfo del Valium

sui gemiti del cuore.

Io mica scherzo

da quando 

immagino

la fantasia

che tracima

dal concavo

del bicchiere

per scendere 

fino ai cunicoli

più bui e secchi

delle mie segrete

e nutrire col bordeaux

i pensieri più importanti.

Quelli che sbocciano solo

lontano dalla luce del sole.

Sono d’una bellezza sinistra 

i poeti quando invocano i sogni

(quando muoiono per rinascere)

-poco prima di dormire-


1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Charlie  

Questo autore ha pubblicato 640 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sento tremare la fragilità delle tue emozioni tra le mie braccia.
Respiro nel sospiro perpetuo, bruciamo, lasciandoci alimentare dal vento come fiamme senza tempo... Accresce in me in silenzio, l'infinita melodia del divenir strumento desiderato, dal tocco tuo strimpellato.
Voglie mutabili come alberi di primavera, robusti tronchi pronti sostegni delle nostre vite, aggrovigliate tra rami e spini. Alziamo gli occhi al cielo nell'unicità delle nostre anime rivelate, eccole sbocciate, nel trionfo dell'amore.
1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Pietrina  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

 Ve lo dico 

in versi sciolti e liberi,

da persona cosmica (ottenebrata),

che non si passa da un mondo all’altro 

senza chiudersi in un cerchio perfetto.

Senza che arrivino le marionette

a bere la vodka degli altri 

e a ribollire

con loro

nel

calderone.

Bisogna saper

martoriare i metalli

per non essere divorati,

e saper sradicare la brama 

dalle illusioni della mente

se non si vuole soltanto

crogiolare nella fama 

di qualcun altro.

Ho un numero 

incalcolabile 

di desideri terreni 

che si aggrappano

disperatamente

al mio ultimo

respiro.

Ma

gli 

darò

la vita,

prima del 

gesto fatale.

Il piacere d'essere matti

è cosa breve, il resto poi è prigionia.


1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Charlie  

Questo autore ha pubblicato 640 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

scarnae contro carnae
come un giaguaro con la motosega
sono le suore nel corpetto di paglia
s’avvicinano i fetori del suolo
se col naso avvolgo i ritmi del sole
schiantato sotto trance/vocerotta

indosserò il vestito che preferisci
tramonto scozzese
quello coi capezzoli blu.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Kate  

Questo autore ha pubblicato 19 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Colori dell'autunno - Galleria fotografica L'Eco di Bergamo - Notizie di  Bergamo e provincia

Ad avanzar allegria un

musico di stormi in cielo

concerto autunnale.

Foglie al vento a fluttuar lievi,

posar inermi sul selciato, ed

allegri stridolii ad invader lo spazio e

una tortorella su rami spogli canta.

Ambrati colori e paesaggi ad

osannar l'autunno

stagione ad inondar fluide immagini.

Oh Ottobre d'amor seguirti ed inseguirti e

ceste d'uva a riempir le tine,

campi di zucche da gustare e

succose mele nelle ceste.

Rosolio tempo che ogni anno

m'invitavi a viver il breve tempo e di

ogni minuto farne ore,

pensier fra vento e pioggia il cuore t'ascolta.

Autunno t'aspetto quest'anno

per viverti come ogni anno...

 

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Adele Vincenti  

Questo autore ha pubblicato 70 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.