Vorrei morire
Tra le braccia dell'amore 
Piuttosto che subire
Ancora un giorno di dolore 
In questo mondo assuefatto 
Non c'è nulla ora
Per cui valga la pena di lottare 
L'egoismo e l'indifferenza 
Hanno raggiunto in fretta
La loro unica meta
Ormai sono solo una preda
Il mio cuore è stanco
Stufo e marcio di ingoiare acido 
Senza la speranza
Di intravedere un sole
Illumininare il confine della gioia
Tutti negano la propria esistenza 
Con sentimenti che si frangono 
Sui loro sguardi severi
Dall'alto delle loro mura inespugnabili 
Nessuno vuole più risparmiare nessuno 
E il tempo non conta
Perché ha cessato d'esistere.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Francesco Gallina*   Sostenitore del Club Poetico dal 09-05-2024

Questo autore ha pubblicato 102 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sotto un faro, senza nome, 
siede vecchia, calze e luna.
mentre il cielo si scolora, 
mentre il petto s'impaura.

Quante volte s'è voltata,
due parole pianto e cuore
ma non trova mai nessuno
che si sieda ad ascoltare. 

E passeggia sì mai doma, 
balla un valzer solitario, 
con la mente canta e stona
ed il pensiero vola a Mario. 

Non ricorda ormai l'anno, 
ma ci pensa ogni sera. 
passa il tempo e non è mai primavera.

E passeggia sì ancora, 
in equilibrio sul dolore, 
si accompagna col bastone, 
mentre chiede di morire. 

"Se arrivasse qui ed ora, sarebbe anche il momento, 
tanto parlo, 
ma m'ascolta solo il vento." 
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Fabrizio  

Questo autore ha pubblicato 39 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sonetto, endecasillabi canonici, quartine a rime incrociate e terzine a rime alternate.


L'amore è solo un farmaco scaduto
di cui da tempo debbo liberarmi:
tutti gli istanti passo a tormentarmi
anche se lei non m'ha giammai voluto.

Dalla spirale sono trattenuto
d'un cuore che continua ad ingannarmi,
il mio, che spinge sempre a emozionarmi
nella memoria d'un banal saluto.

Va ripetendo il nome suo ogni coppia
di colpi del mio cuore squinternato,
poi l’extrasistole ogni tanto scoppia

ed al suo nome “amore” vien legato…
quindi ossessione in fretta si raddoppia…
poi rinsavisco e resto sconsolato.

20/04/2024

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: ioffa  

Questo autore ha pubblicato 276 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
O Notte, fossi tu di cogliermi capace 
E di afferrare quanto sole sono 
Queste acque in cui navigo

Se ti guardo negli occhi, quando scorgo
Il tuo paesaggio e il tuo sonnolento trono
Meno arido pare di come il cuor mio giace

Hai compagne tu la luna e le stelle 
E la luce, il fuoco e le comete
Che ti schiarano i pensieri 

Per te il buio mondo non ha sipari
E tutte le cose al giorno segrete 
Camminano la tua pelle

Non cogli tu, non sai, quanto nero
È il cuore dell' uomo 
E quanta luce che tu porti egli brama

Ma te, seppur così diversa, sei più prossima 
A me che sono atomo
Al mondo e straniero
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ealain  

Questo autore ha pubblicato 104 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
triste sogno nei sospiri
i colori del tuo vero amore
che sgorga verace in te,
una tenerezza che travolge
la mia anima persa per te.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Laura Lapietra  

Questo autore ha pubblicato 323 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Quattro cinque 
Baci volano distorti
In questa stanza
Abbandonata
Sembrano
Colombe indifese
Nere come la pece 
Nel grembo
Di un dio inverso
Che non vede
Inconsciamente 
Appoggia il suo cuore
Nel buio devastante 
D'ogni fede
Il sangue schizza
Sui muri altalenanti
La pazzia è breve
Affamata di sogni illusi
Dal catrame della mente
E chissenefrega poi
Della gente che vive
Le notti bianche
Io avrò sempre le stelle.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Francesco Gallina*   Sostenitore del Club Poetico dal 09-05-2024

Questo autore ha pubblicato 102 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Gli occhi si incrociano senza parlare,
Le mani iniziano sul corpo a volteggiare,
È una danza di cui non si ha memoria,
Da essa dipende l'avanzar della storia.

Le carezze pian piano si fan piu' piccanti,
Le mani sul corpo altrui sapienti gitanti,
Il controllo ormai si sta perdendo,
Parole sconce per l'aere si van udendo.

Entrano in scena le parti dove non batte il sole,
Serve attenzione per non aumentar la prole,
Di due sagome ora ce n'e' solo una,
Che si muove come su una duna.

I colpi sono secchi e ben centrati,
I gemiti a tratti solo sussurrati,
Arriva poi il momento dell'amplesso,
Finendo questi versi ricominceresti adesso.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Stornello Meneghino  

Questo autore ha pubblicato 408 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Rimbalza leggero tra monti e vallate

vibrante nell’aria un mesto rintocco,

specchi sonori destano risvegli,

lontano un guaito sommesso


gocce di pioggia, perle sulle foglie,

apre l’ombrello l’acrobata pigmeo,

spettrale la luce di un lampo fugace,

sordo nel silenzio l’eco di un tuono


mille colori in un vicolo cieco

in volo farfalle pitturano il cielo,

ritrovo un tocco di classe infinito

l’eco di un pendolo in riva al mare.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Paolo Delladio*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 12-05-2024

Questo autore ha pubblicato 14 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Le strade
Sembrano vuote
L'immagine fantastica
Di una donna
Senza volto
Si dipana nella luce
Grigia del cielo
Una canzone breve
Mi ricorda il tempo
In cui correvo
Per non perdere
Il tuo cuore.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Francesco Gallina*   Sostenitore del Club Poetico dal 09-05-2024

Questo autore ha pubblicato 102 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sonetto ABBA ABBA CDC DCD.


Non ho capito nulla della vita
di quella altrui ma neanche della mia
sfuggita lenta tra la nostalgia
e l’impressione che sia già finita,

tra la passione sempre più sbiadita
e la presenza viva di follia
che mi circonda ma anche quella mia
che stritolando sta mente sgualcita.

Fortuna che d’intorno ho tanti saggi
che della vita sanno bene tutto
per esperienze, studi e lunghi viaggi

e del saper mi danno l’usufrutto
spiegando a me gli autosabotaggi…
ma sono stanco e sento solo un rutto.

18/04/2024

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: ioffa  

Questo autore ha pubblicato 276 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Seduce la notte ricca di stelle
e sospiri, ti fa ascoltare
la sua voce silenziosa,
piena di fiducia.
E nel quieto trasportare
di attese mai giunte,
indugi e stai in ascolto.
Richiami in lontananza
rompono la calma solo
in apparenza, e l'occhio
si riapre e fissa il buio.
Allora galoppano i pensieri,
come cavalli in corsa
lungo i pendii, ma non giungono
parole al tuo orecchio.
Allunghi la mano e stringi vento
e stelle, ormai stanche in aspettativa
del mattino.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Marinella Brandinali  

Questo autore ha pubblicato 477 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Per certo le strade tendono al nero
E lo sguardo mio in esse s'incarta
E i torbi cieli e il profondissimo paesaggio
Degli anonimi sentieri incanta il mio passaggio
Su questo pianeta austero
Sulla quiete marina della terra
Lo scrostato globo sullo sfondo
Si pinge un quadro annuvolato e grondo 
E pago in grandezza, il mio occhio vi erra
Questo nero, umido e gonfio
Ch'è riflesso del mio stesso
E dell'ampio tonfo
Che è la mancanza del senso e del nesso
Ribatte del suo timbro come tamburo
Nel mio corpo
Così cos'è infinito e scuro
In me si fa corso
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Ealain  

Questo autore ha pubblicato 104 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
La mia pelle
Accanto alla tua
Così lucente
Distante
Come le amate stelle
Indefinibile contesto
Appassionato
La morte
Della mia anima
Nel muro insormontabile
Della tua coscienza
Quanto vorrei sfiorarti
Mia amata terra.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Francesco Gallina*   Sostenitore del Club Poetico dal 09-05-2024

Questo autore ha pubblicato 102 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
chissà che sapore avrà
il tuo sesso a pentimento
mentre mastichi amarene
sul tuo ventre denutrito
come un plastico sudario
ti esibisci senza sole
ed i fianchi aggrovigliati
sopra un filo di alluminio
ti prego, non tagliare
i tuoi capelli
nell'anonima incisione
resta ancora quell'estate
io pensavo a curve,
cupole e tempi di cattura
ma un giorno andasti via
senza neanche salutare.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Jean-Jacques  

Questo autore ha pubblicato 11 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.


Come ci può essere
un roseo futuro
in una passata
di pomodori secchi?


Conta
i passi che ti dividono
sono secoli, dagli altri.
Millenni
passati inosservati
tutti affacciati
al muro del pianto.
Passati inutili
privati dello specchio
affondano
in un secchio


trasparente, in vetro
ridottissime le dimensioni
… un bicchiere.


1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Bowil da Wilobi  

Questo autore ha pubblicato 146 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.