"Vespro" (2011)

Dai malati più lontani torni,
hai le ali di cesoia,
stai nel vulcano
di spento uranio
tra le anime.

A una mela del cesto aggrappi
le unghie ad uncino
e mi ami su quella bocca rossa,
poi del tizzone del camino
fai un orribile fiore
da donare alla peste.


* * *


"All about the J" (2019)

Ghiandaia. Una ghiandaia è
precipitata, immaginiamocela
venuta dal battere del vento di stasera -

e pensare che l'avrei detto improbabile
oggi pomeriggio ma il sole invece
"ce la sapeva bene".

Porta è ovvio in sé dei frutti secchi
e un'aia,
polsi è chiaro di lana triturata
e una monaca senza lampada
che bussa al vetro nero.



 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alberto Automa*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 24-02-2012

Questo autore ha pubblicato 1054 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.