Il mio non luogo
è il taglio dello spazio
sale cemento e boschi
il tuo pensiero li scavalca
mi cerca e si riflette nelle gronde
vivo chiaroveggenze
ma se raggela
so bene posso piegarmi i polsi dal rovescio
nel mio non luogo e mai legarti
l’amore quindi è incomprensione
è incomprensibile
amaro sottoluce
si lascia nei vialetti calpestati
polvere agli occhi
insensatezza del pulire suole
mentre un singulto fa
paralisi di gambe.
L’amore cerca resistenza
è lingua umida
scostumata, che non tace
è un bisticcio ubriaco tra forte e fragile.
Solita strage, ci si rimpolpa a pezzi.








1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitrice del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 746 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Manuele*
# Manuele* 02-03-2021 10:04
Poesia sull'amore per niente scontata, mi è piaciuta per immagini e contrasti grazie

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.