E se un giorno

ci ritroveremo

magari seduti in una panchina

ai giardini del centro

quando il tempo

avrà segnato il nostro viso

e i capelli saranno spenti

ci racconteremo

la mia e la tua vita

riprendendole dal giorno

in cui le nostre strade si separarono

forse una lacrima

celata in un ricordo lontano

potrà vedere la luce

e guardandoci negli occhi

noi ci ritroveremo ancora 

quell'emozione

che ci faceva vibrare come il vento

ricorderemo quei sogni

che ci facevano volare

fino ai confini

forse il rimpianto esploderà

nell'amarezza per aver perso

tutto quello che era nostro

e che nessuno neanche il tempo

potrà più ridarci

e dopo averci detto tutto

e col peso degli anni

sulle spalle

ci alzeremo da quella panchina

e ci stringeremo la mano

per un saluto

per poi riprender con malinconia

la nostra strada

che per un attimo ad un incrocio

si è fermata.


 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Paola Pittalis  

Questo autore ha pubblicato 241 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.