La prossima moda che impazzerà, sarà avere un bellissimo NASO ROSSO. Nessuno uscirà più di casa senza prima dipingere il proprio naso di un bel rosso acceso! In strada, si vedranno solo nasi rossi, lo stesso sarà nei negozi, nei cinema, nei supermercati, negli uffici, sui mezzi pubblici, nelle palestre, nelle discoteche...Quei pochissimi nasi pallidi in circolazione saranno guardati con sospetto e fatti oggetto di scherno: cosa buona e giusta, perché chi non tingerà il proprio naso di rosso, dimostrerà di non avere capito nulla della vita, della bellezza e della moda!
Attendiamo i nasi rossi con trepidazione!
EVVIVA I NASI ROSSI!
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: poetessalibera  

Questo autore ha pubblicato 58 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Tonino Fadda
+1 # Tonino Fadda 17-01-2022 15:27
Dolcissima anche se avrei preferito labbra rosse ma tutto va bene Infinite grazie Tonino
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 23-01-2022 10:27
Molto bella quello che mi arriva e che si parla anche se metaforicamente di questo periodo pandemico, brava.
poetessalibera
# poetessalibera 17-03-2022 20:57
Ciao, grazie dei commenti. In realtà il significato di "nasi rossi" è lo stesso di "volti bui", solo che ho usato un tono spiritoso, che può essere interpretato nel modo opposto, come qualcosa di allegro e positivo, quando invece intendo enfatizzare la tendenza della gente ad obbedire fedelmente e senza riflettere, a qualsiasi moda (nel vestire e anche nel modo di comportarsi), indipendentemen te da quali siano gli effetti di questa moda, perché ormai milioni di persone agiscono in modo automatico, senza pensare: ci si illude di pensare, ma se si riflette davvero sulle proprie azioni, ponendosi delle domande ("perché sto facendo questo? davvero lo voglio o sto imitando gli altri? questa cosa fa davvero al caso mio, è adatta a me?") allora ci si rende conto che l'umanità si sta tramutando in un immenso gregge di pecore tutte bianche che seguono il loro pastore fino al macello. Qualche pecora nera "ribelle" ancora emerge (le persone che conservano un pensiero indipendente!) ma anche noi dissidenti siamo trascinati inesorabilmente dal gregge. Questo richiama un'altra mia poesia "Ascolta il silenzio".

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.