Uomo profondo
angelo, dio
animale innocente
aiutaci a farci il letto
nei nostri umori stropicciati
prendici le paure dei sogni
e trasformale in palpiti
Riscaldaci il gelo e perdona gli addii
le rabbie e il borbottare cialtrone
Rubaci il cuore e ricostruiscilo
come una noce profumata
Dacci la trasparenza delle stelle nuove
l’animo che incespica e non si spaventa
il vagare delle foglie che tornano ai nidi
Aiutaci a fermarci e ripensarci
a non pensarci più e dimenticare
a ricordare di aver dimenticato
A essere profondi, leggeri
elastici, forti, fragili, impossibili
Ad annuire, a dire di no
essere inverno ed estate
polpa e buccia, succo dolce di ferita
Aiutaci a essere il vagito
che vista la luce sa quanto bruci
E lasciarsi bruciare, volere
Aiutaci




Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitrice del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 766 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ibla
# Ibla 30-01-2023 16:11
Bravissima! Come sempre
Un saluto da Ibla.
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 01-02-2023 18:04
Grazie di cuore, Ibla. Un saluto :-)
OCEANO
# OCEANO 01-02-2023 08:16
Parole molto sentite e appassionate..
Bravissima!!!
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 01-02-2023 18:04
Grazie!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.