Quante volte i miei passi di ragazza
Hanno avuto il tuo sguardo
Pallido e lontano.
Tu mi proteggevi benigna.
Sul mio volto un sorriso inaspettato
Nasceva per te.
A volte ti affidavo pensieri
E so che li provavi,
A volte ti parlavo come amica fidata,
A volte ti guardavo muta,
Ma con il cuore ubriaco d'amore.
E tu mi seguivi senza fiatare nel buio solitario.
Lì, lasciavi una stella per rendermi più bella.
O dolce tonda luna,
Respiro su respiro
Mi sei stata sorella.
Ho dimenticato la tua magia nel tempo,
 fatta di raggi e sorrisi,
Carezza per me,
Che porto a spasso la mia vita.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Marinella Brandinali  

Questo autore ha pubblicato 430 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.