Rumori caldi di passi insicuri,
mi riportano a te,
all’infinito.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Annalena  

Questo autore ha pubblicato 14 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Rocco Michele LETTINI
+2 # Rocco Michele LETTINI 12-06-2016 19:05
RIFLESSIVO QUANTO ARGUTO PENSIERO.
LIETA GIORNATA.
*****
pierrot
+2 # pierrot 12-06-2016 20:25
entrando nel sito ho letto di quel bambino nato mentre la madre era tenuta in vita artificialmente.
Lui è nato e hanno spento le macchine. Prima del parto è cresciuto nell'utero della sua mamma già lontana per molti giorni e il personale dell'ospedale gli cantava filastrocche per ricreare un caldo materno..
Leggendo qui, ho pensato ad un genitore anziano (passi insicuri), ma quei rumori caldi sono cosi insoliti ed ancestrali che quel bimbo è tornato, con la sua prima diversa autonomia legata per sempre all'infinito, e con lontane filastrocche portate dall'acqua
Grazie, veramente :-)
Sir Morris*
+1 # Sir Morris* 12-06-2016 22:47
Grazie, Pierrot! Bellissima e triste notizia! :-) :sad:
Sir Morris*
+1 # Sir Morris* 12-06-2016 22:46
Molto bella, Annalena! :-)
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 14-06-2016 10:54
Certe sensazioni non è da tutti provarle, ma certi ricordi restano per sempre, all'infinito.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.