Sporcar il silenzio

d’un vuoto d’anima

fra lacrime di margherita

ed un bozzetto di luna

taciuto al mar dell’oblio,

così scrissi sulle labbra

un appuntamento eterno

col cielo del tuo cuor

e cadde uno spartito d’ottobre

ai piedi del mio amor.

Se nulla si stringe ai miei occhi

spenderò i miei ricordi

a cercarti negli inverni della sera

e scriverò lettere al mio dolore

che la pelle dell’universo

annoderà ad un capriccio d’aurore,

siamo anagrammi irrisolti

di cieli capovolti.

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: rosa dei venti  

Questo autore ha pubblicato 704 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.