Sto seduto da solo senza pensare

davanti alla natura appena oltre il cancello.

Si accorcia l’ombra sull’uomo col carretto.

Ti ho chiesto di insegnarmi l’haiku, ma

ho tormenti che passan sopra un ventaglio

di tetti e tornano in un biglietto.

Come un tanka su un ramo fiorito.

Dal pensiero nudo, pulito di un bambino

saprei forse soffiare via parole tronche…

Ora l’ombra gli siede vicino.

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 493 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 18-04-2020 09:11
Molto bella questa introspezione, complimenti.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.