Smossa dalla corrente

affiora simil melma

la stirpe dei Pipinidi impettita

dal fondo viscido della città sommersa

prima invisibile e inerte

ora contamina di putrescenza il fango.

Tronfia di fresco stemma comitale

lustra di concessione sine cura

ligia alla rotta a dritta, sacripante.

Pronta già è la stesura dell’Annale

e la prebenda frusta ai ministranti,

purché giurino tutti.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Diego Bello  

Questo autore ha pubblicato 111 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

mybackpages
+2 # mybackpages 14-05-2017 17:54
Un escursione nel passato, forse perchè sia un ammonimento a tutti. Il verso qui è più ruvido, virando verso il tragico, ma impreziosito da vocaboli di uso poco comune, a dimostrare che questa scrittura è frutto di ricerca. ciao
Diego Bello
+2 # Diego Bello 14-05-2017 19:43
Grazie per le letture approfondite e i numerosi commenti,

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.