Apprendo

d’aspettare

alunno spugnoso

ligio e meravigliato

 

Aspiro pagine e pagine

di silenzio forzato

calmiere insperato

 

Vago nei vuoti

illuminati dalla stagione

un solitario campione

nessun pubblico

quasi una prigione

 

Sfugge al passo

la fretta nelle vene

poggiano gli arti

sul suolo impolverato

 

L’anima nascosta

aspetta nuovi segni

 

In avanti lo sguardo

nel tempo galantuomo

prega

che qualcosa ascolti

 

ci dia il perdono

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Valerio Foglia*   Sostenitore del Club Poetico dal 15-06-2014

Questo autore ha pubblicato 276 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Caterina Morabito*
+1 # Caterina Morabito* 01-05-2020 20:22
Poesia densa di significato e concordo con te , il tempo che stiamo vivendo imprigiona. Complimenti .
Valerio Foglia*
+1 # Valerio Foglia* 13-05-2020 16:33
Ciao Caterina. Grazie di cuore. :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.