19/05/2013
 
Amor che sei in immagini diverse,
alcuno all’improvviso qui ti perse.
Dentro sé  più non ode la tua voce
che assicura che il male mai non nuoce
 
in questa incerta vita sua terrena.
Allora ogni momento è una gran pena
Che segna sempre più il suo viso stanco:
come un enorme telo è tanto bianco
 
e molto tristemente si consuma.
Leggero vola il tempo come piuma,
ove tu amore alcuno a te richiami,
impedendo che il male per lui trami.
 

1 1 1 1 1
clicca sullle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Paolo Coscione  

Questo autore ha pubblicato 61 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

rosy d'agostino
+1 # rosy d'agostino 23-10-2013 21:11
molto bella complimenti

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.