"Fili"
 

Prese le sue cose, i guanti, la penna e disse buonasera

Non avrebbe mai firmato quell’accordo ma io ci avevo provato

Il suo profumo era ancora nella stanza quando mi accorsi

Che avevo potuto vedere più da vicino i suoi occhi

Gli uomini spesso non guardano i particolari

Eppure le donne sono fatte di essi

Particolari scarpe, cappelli, orecchini. Soprabiti

Trucchi, anelli…sorrisi…

Si le donne non sorridono mai a caso

E prima che lei si inasprisse

Aveva regalato un sorriso anche a me

Uomo come tanti

Dovevo rivederla i suoi disegni erano davvero belli

Ed io che lavoravo ormai solo per i soldi

Io non mi ero accorto che nelle sue creazioni

Ci fosse ancora quella sana inventiva e creatività

Presi il telefono e incominciai a far girare i numeri sulla cornetta

Poi pensai sicuramente sarà ancora per strada magari a prendere un caffè

Quello che stupidamente non le ho offerto io

Maledetti soldi, mi hanno reso così distaccato dalla vita sociale

Accesi allora un sigaro e decisi di aspettare

Quando senti dei passi nelle scale e leggeri pugni alla porta

Era lei che tornava, pensai forse ha cambiato idea

Ma lei entrò nella stanza come un vento fuori stagione

Disse.. devo aver lasciato qui la mia agendina

Avevo altri appuntamenti oggi e non voglio certo far tardi

Io annunciai un "mi perdoni se non le ho offerto nemmeno un caffè"

E lei …ora triste…rispose…avrei voluto più attenzione

Questi disegni sono la mia vita, quello che ho imparato è tutto qui

Io risposi .. mi scusi non so più riconoscere una donna di classe

Tante sarte come lei pur di vendermi un loro capo

Sarebbero capaci di liberarsi del proprio…

Lei mi guardò…infastidita disse io non sono una di quelle e si girò come per andar via

Io le presi p un braccio e dissi….amiamo lo stesso lavoro

E da buon sarto le chiedo di ricucire lo strappo che c’è stato fra di noi

…mi ascoltò …bevemmo del tè….e poi ...

Paralammo un po’..lei ritrovò l’agendina che le era caduta nella fretta di andarsene, io mi sentivo ancora in colpa per il modo prepotente con il quale avevo giudicato i suoi disegni, lei non ritornò più sull’argomento mi chiese solo se poteva lavorare con me. Le mie mani erano sempre più lente e la mia vista non era delle migliori, odiavo il fatto che non avrei potuto più cucire da solo, ma il commercio doveva continuare, i soldi, quei soldi erano sempre di meno e prima che mi decidessi a trovare qualcuno che mi aiutasse avevo speso anche gli ultimi risparmi.

A lei dissi di si…era l’unica che mi aveva mostrato passione oltre che talento…il mio nome in città aveva ancora un grande valore molti della Parigi bene si vestivano da me.

Farai il sarto, così diceva mio nonno, ma io ci ridevo su e dicevo "nonno tu lo dici per le donne" ma poi ho scoperto negli anni di aver vestito molti più uomini, ho ancora la foto del mio primo giorno nella sartoria di Birsan Bell un americano con la mania delle stoffe, io non gli ho mai visto cucire niente ma era bravo nello scegliere le tinte e i ricami…mi mandava sempre a comprare del filo….filo corri …fil fil alla francese

 

1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: tempo di poesia  

Questo autore ha pubblicato 193 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

viviana calabrese
+1 # viviana calabrese 20-11-2013 17:08
E un bellissimo raccomto davvero cn tnt emozioni 4 stelle
tempo di poesia
+1 # tempo di poesia 20-11-2013 17:13
grazie Viviana!!!
Silvana Montarello*
+1 # Silvana Montarello* 20-11-2013 17:53
Le donne sono fatte di particolari è vero pochi se ne accorgo,ma i particolari fanno la differenza,legg endo ho visto molta passione nel mestiere che hai descritto cosi profondamente,b ello mi piace. :-)
tempo di poesia
+1 # tempo di poesia 20-11-2013 17:58
GRazie Silvana sei sempre molto gentile, voglio precisare che nella vita non faccio il sarto...
ciao
Anna
# Anna 21-11-2013 11:18
I particolari di una donna si notano nei piccoli gesti mentre parlano o ascoltano, nei sorrisi, nella mimica...pochi si soffermano a notarli!!! ...Bel racconto...piac evole lettura!!! :lol:

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.