Il matto del paese diceva:
la vita è come un carnevale,
Ognuno suona la sua tromba
Nell'orchestra della marcia trionfale..
Il matto del paese diceva:
avete l'anime mascherate ,
vestiti imperiali ..ciglia finte..
seni prosperosi e cuori rifatti..
Il matto del paese diceva:
passiam la vita dentro un carro,
chi crede d'essere studiato..
chi finge d'essere un somaro..
Il matto del paese diceva:
la faccia nuova si vende in bottega,
e poi riaccendeva ..
raccolta per terra la cicca..
Il matto del paese non piangeva,
ma aveva un solo sogno -
donare la sua vita da pagliaccio
a tutti ... a chi ha bisogno..
Sentiva uccelini ridere e fiorellini cantare,
lo vedevano camminare lungo viale
vestito sempre da carnevale..
2 premio

Profilo Autore: Elvira Boychuk  

Questo autore ha pubblicato 11 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.