Nel momento invadente

oltre la certezza

nello spasmo

di una dolce carezza.

Nell'odore del cielo

e nel suono assordante

della pioggia sull'asfalto.

Del tutto e del niente

nel sole che sfonda le porte

nell'alba che arriva silente

nel sonno di ubriache stagioni.

Nel vuoto dell'anima

di un eco disperso

nell'incavo cuore.

Nella preghiera accorata

alla vergine madre

flebile voce

di richiamo primordiale.

Astratte melodie

ricamate negli occhi

di un uomo bambino

che guarda le stelle

e ingoia la luce

sull'uscio del vespro

che cambia colore.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-11-2020

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Grace D
+2 # Grace D 17-07-2017 16:31
Splendide melodie che recepisce l'anima incamerandole nei vari momenti della vita descritte
egregiamente e con sentimento. Versi apprezzati. Un saluto!
Aita Carla
+1 # Aita Carla 17-07-2017 17:16
Pagherei per averla scritta io quella chiusa! Mannaggia...
Mi ha fatto piacere leggerti


Carla

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.