Come ci si può guardare, amare, sempre
come fosse il primo giorno?
Semplicemente ricordando
ripensando,
rivivendo…
i primi istanti
in cui si è stati travolti
da un uragano inarrestabile
di emozioni che
minuto dopo minuto
ha sconquassato la mente,
il cuore, l’anima
coinvolgendo ogni senso,
stravolgendo inesorabilmente
la vita, la notte, tra sogno e realtà
di una classica quotidianità.
Poi perdersi in sensazioni
mai provate prima…
ritrovarsi amati, amanti,
in una mascherata
per paura d’esser feriti
da un amore nuovo.
E poi…
poi rivelarsi e mutare
quei “Ti voglio tanto bene”,
nel più sincero spudorato
“Ti amo”.
1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Veronica Bruno*   Socia sostenitrice del Club Poetico dal 13-04-2021

Questo autore ha pubblicato 181 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

genoveffa frau*
# genoveffa frau* 01-09-2021 10:47
Un ti amo non è mai troppo spudorato, è la realizzazione di un desiderio cercato! :-)
Veronica Bruno*
# Veronica Bruno* 01-09-2021 12:12
Un "Ti amo" è spudorato quando non riesce può a nascondersi per vari motivi... in quel verso solo per questo è definito tale.
Grazie cara, buona giornata :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.