Sono come alberi abbattuti

prima che possano alzare i rami al cielo
coperti di fogliame, frutti 
germogli
ancora pieni, d’improvviso stesi
senza il tempo per una resa scaltra
senza poter tendere le radici altrove

sono come alberi scorticati vivi
messi in gore di pietra
presi dalla terra, dalle formiche
da un fiume fermo di sterpaglie 
e ruggine.

















1 1 1 1 1
clicca sulle stelle per valorizzare il testo
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitrice del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 767 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

ING BOWLING
+1 # ING BOWLING 18-08-2018 12:29
Sentita ... grazie. Un saluto
Silvana Montarello
# Silvana Montarello 19-08-2018 15:35
La chiusa è abbastanza eloquente...una tragedia senza fine, complimenti per la bravura.
Antonia Vono
+1 # Antonia Vono 20-08-2018 15:49
Oltre che sentita, letta con emozione e scritta egregiamente, ma la sensibilità poetica che ti appartiene, non dimentica di sottolineare e tramutare in immagini l'inenarrabile.
Un caro saluto poetessa.
Antonia.
Rita Stanzione*
+2 # Rita Stanzione* 20-08-2018 16:12
Grazie a voi, con un caro saluto.
Rita
pierrot
+1 # pierrot 20-08-2018 16:54
siamo parte della natura dovremmo vivere e morire nelle sue regole...
grazie
Marinella Brandinali
# Marinella Brandinali 20-08-2018 21:21
Bella... brava poetessa...un salutone

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.